“Flash-Mode” – Il trench, storia di un capo sempre di tendenza

0

Rubrica a cura degli studenti di Fashion Design dell’Ateneo ISGMD di Lecco. 
Di Lucia Busnelli

Modelle e influencer indossano ogni stagione un capo intramontabile. Burberry, Versace, Paco Rabanne, Balenciaga: nessuna casa di moda rinuncia a proporlo modificato secondo lo stile del brand. Nato nel periodo bellico, anche il nome ricorda la sua origine. Di cosa stiamo parlando? Del trench-coat, ovvero il cappotto da trincea.

Un capo che fa la sua comparsa nel 1912 grazie a Thomas Burberry, che lo brevetta con il nome di “Burberry Tielocken”: senza bottoni (eccetto l’unico sul collo), con una cintura per chiusura e realizzato in gabardine, tessuto di cotone inventato sempre da Burberry nel 1879. Un materiale, questo, mai visto prima e con la peculiarità di essere impermeabile, traspirante e comodo. Adatto al maltempo che da sempre caratterizza l’Inghilterra, con il tempo diviene il principale tessuto utilizzato per realizzare capi indossati da esploratori, militari e aviatori durante le loro spedizioni. Oltre alla tipologia di tessuto, che si presta alle condizioni belliche, il trench presenta numerosi accessori utili ai militari che lo indossano, come fibbie e anelli per agganciare le attrezzature, e patte che proteggono dal freddo e dalla pioggia.

Intorno alla metà del ‘900, dopo aver inserito il tartan come motivo per la fodera, il trench vede un’enorme ascesa, influenzata soprattutto da film celebri come Casablanca e Colazione da Tiffany, fino a diventare un must per ogni collezione. Da allora subisce numerose evoluzioni nel colore, superando il classico crema tendente al beige (unisex e adatto ad ogni generazione), nelle lunghezze e nel tipo di taglio.

Anche quest’anno il trench non manca sulle passerelle. Tre i trend principali: quello classico, che esalta tutte le caratteristiche del trench originale; quello check, che preferisce i pattern a quadri; quello in pelle, che racchiude tutti i modelli realizzati in questo materiale.

Durante la stagione autunnale dell’anno, pelo e satin sono le parole chiave per un look elegante e raffinato. PVC, sovrapposizioni cromatiche e volumi oversize, invece, per chi decide di vestire street style.

Insomma, il trench è un capo che si adatta a tutti i gusti e che si presta ad ogni occasione. Amico persino degli ambientalisti, in quanto si tratta di un capo sempre di tendenza che, se ben confezionato, può restare nell’armadio (ed essere utilizzato) per tutta la vita.

Photo credit: www.burberry.com,  www.maisonmargiela.com, www.msgm.it, www.redvalentino.com

Lucia Busnelli – 1^ Fashion Design

Share.

L'autore di questo articolo