#Spiragli
Cascate tumultuose, grotte naturali e ripide pareti di roccia. È l’Orrido

0

#Spiragli è una rubrica a cura de Il Flâneur in collaborazione con Teka Edizioni di Lecco

orrido1«Sul limitare dell’abitato il fiume Pioverna, dopo il suo lungo viaggio attraverso la Valsassina, precipita a lago tra rocce a picco, formando uno spettacolare salto d’acqua, conosciuto come “Orrido”, che è una delle attrattive naturalistiche maggiori di Bellano» (da Perle di Lago. I paesi della costiera di Lecco. Lake Como Smart Guide di Teka Edizioni).

BELLANO – Andare alla scoperta del territorio lecchese e dei dintorni significa anche fare tappa all’Orrido di Bellano, una gola naturale creata dal fiume Pioverna le cui acque, di secolo in secolo, hanno modellato gigantesche spelonche. Gli anfratti bui e il rimbombo dello scorrere violento delle acque caricano di suggestione il luogo: un canyon che si può visitare percorrendo la passerella, tra cascate tumultuose, grotte naturali, ripide pareti di roccia e giochi d’acqua. La Cà del diavol, torre esagonale posta all’entrata dell’Orrido, aggiunge un tocco di mistero, evocando nell’immaginario collettivo paure e leggende di riti satanici.

Biglietti: intero 4 euro, ragazzi fino ai 12 anni 3,50 euro.

Su Perle di Lago. I paesi della costiera di Lecco edito da Teka Edizioni trovate il percorso guidato alla scoperta della riva lecchese del Lario.

Share.

L'autore di questo articolo