ARCHIVIO – Brianza, terra di villeggiatura
Fino al 25 ottobre la mostra a Villa Greppi

0

OLYMPUS DIGITAL CAMERAMONTICELLO BRIANZA – Un tuffo nell’Ottocento, quando la Brianza attirava nobili famiglie milanesi desiderose di trovare un luogo insieme bellissimo e tranquillo in cui trascorrere lunghe giornate oziando, tra letture, passeggiate, giochi. Si torna indietro nel XIX secolo con la mostra Ritorno in Brianza. Scene dal teatro di villeggiatura dei Greppi nell’Ottocento, un’esposizione che dal 5 settembre (inaugurazione sabato 5 alle 17.30) al 25 ottobre 2015 ricostruisce, per la prima volta all’interno delle sale di Villa Greppi, un periodo in cui la terra brianzola era amato luogo di villeggiatura. La mostra, promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e ideata dalla cooperativa BRIG-cultura e territorio, intende infatti non soltanto valorizzare una residenza storica come Villa Greppi, ma anche e soprattutto suggerire ai visitatori un nuovo modo di guardare la Brianza, territorio dal passato fastoso, ricco di paesaggi e spunti di gran fascino.

Autoritratto di Alessandro Greppi

Autoritratto di Alessandro Greppi

Un grande evento, quindi, anche visto il luogo scelto per l’allestimento: per la prima volta, come anticipato, gli ambienti nobili della residenza – gli interni, per intenderci – saranno adibiti a spazio espositivo, dove disegni, taccuini e oggetti vari riporteranno con la mente all’Ottocento, il tutto in un percorso interattivo e multimediale.  «Un Ritorno in Brianza – anticipano gli organizzatori – non soltanto simbolicamente per la famiglia che qui ha abitato, ma per tutti i visitatori, che grazie a un allestimento ricco di suggestioni potranno guardare con occhi nuovi il territorio».

«Si tratta della prima mostra in Brianza pensata per indagare e presentare il fenomeno della villeggiatura nei suoi diversi aspetti – spiega, infatti, il presidente di BRIG e responsabile del progetto VIVERE VILLA GREPPI Laura Caspani –  Lo fa con rigore, sulla base di un luogo lavoro di ricerca e di studio, ma anche con l’intento di rendere attuale un fenomeno del passato e di trasporre nel presente quel legame con il territorio fatto di affetto, piacere e consapevolezza del bello. Un territorio in cui si trascorrevano giorni di ozio e che ancora oggi, ne siamo convinti, può essere terra di villeggiatura. I disegni, gli acquerelli e gli scritti di Alessandro Greppi così come la storia della sua famiglia ci aiuteranno a vedere la Brianza con occhi nuovi».

OLYMPUS DIGITAL CAMERAFonti archivistiche, documentarie e iconografiche del Fondo Villa Greppi sono state punto di partenza per un allestimento, che, grazie all’ausilio di supporti multimediali, renderà visibili, tra gli altri, disegni e taccuini mai esposti prima dell’artista ottocentesco Alessandro Greppi. Un percorso fatto di suggestioni, che mostrerà ai presenti una Brianza come meta di viaggi. E poi, tra i temi sviluppati, il viaggio che da Milano conduceva la famiglia alla residenza brianzola; la quotidianità fatta di letture, tè, giochi; la cucina, con menu che richiamano piatti della tradizione francese; la musica e il teatro. Una ricostruzione che di sala in sala ricreerà le atmosfere di un tempo, la vita che vi si viveva, dando vita a un percorso a tappe ricco di suggestioni e coinvolgente per il visitatore.

INFORMAZIONI – La mostra sarà aperta i sabati e le domeniche dal 6 settembre al 25 ottobre: ingressi solo con guida alle 14.30, 15.30 e 16.30. L’inaugurazione è fissata per sabato 5 settembre alle 17.30 e vedrà la partecipazione della Civica Scuola di Musica di Casatenovo. Il costo del biglietto è di 4 euro, gratis per gli under 12 e gli over 65. Per i gruppi di almeno 20 persone è possibile prenotare visite guidate anche in settimana. Per info: Brig Coop www.brig.it, brigcoop@brig.it, Tel. 328 0314389

Share.

L'autore di questo articolo