L’atmosfera di Formentera nella mostra “Thalassomorphi”. Le opere di Lorenzo Pepe esposte da Aramara

0

LORENZO PEPELECCO – Sculture che paiono emergere dalle profondità marine, colori sabbiosi, striature cangianti che sembrano gusci di conchiglie. La magia di Formentera racchiusa in una selezione di sculture e gioielli realizzati dall’artista milanese d’origine e isolano per scelta Lorenzo Pepe, ospite per quasi un mese del concept store lecchese Aramara, in via Cairoli. Un artista italiano, scultore e insieme orafo, che ha scelto di risiedere proprio nell’isola delle Baleari, terra, quest’ultima, che è costante fonte di ispirazione per le sue opere. Un allestimento dal titolo Thalassomorphi, presente all’interno del negozio a partire dal 13 maggio (inaugurazione fissata per le 17 di sabato 13 maggio) sino al 3 giugno 2017 e che grazie alle forme e ai colori scelti da Pepe per le sue opere condurrà con la mente a Formentera, isola cui l’artista sente ormai di appartenere.

Eclettico e sperimentatore, Lorenzo Pepe: alla costante ricerca di materiali e tecniche differenti unisce, come anticipato, l’arte orafa. «Faccio l’orafo da circa vent’anni – spiega l’artista – disegno e produco gioielli in argento e oro che vendo nel mio negozio e dal 2001 sono membro dell’associazione degli artigiani di Formentera. Nel Novembre del 2007 ho esposto nella galleria: “La Ma de la Mar” di Andorra la vieja una mostra personale di oreficeria dal titolo “Diatomea Radiolaria”. Mostra che l’anno successivo, nel febbraio del 2008, era approdata anche a Milano, nella prestigiosa sede della Scuola Orafa Ambrosiana».

LORENZO PEPE3Sempre presente nella sua arte, comunque, il legame naturale che lo unisce a Formentera: «l’incontro con Formentera – aggiunge – è avvenuto per caso, a causa di una vacanza improvvisata sull’isola i primi di giugno del 1997. È stato come una folgorazione, una viscerale “necessità” di venire sull’isola a vivere. Tornai a casa dalla vacanza, raccolsi le mie cose in una vecchia 500 e andai a vivere a Formentera. Sia nei tempi e i modi del processo produttivo, sia nell’ispirazione delle forme, l’isola – conclude – influenza profondamente le mie creazioni. Il mio lavoro si centra sul design delle forme degli esseri viventi. Soprattutto il mare e la sua biologia sono la mia principale fonte d’ispirazione».

 

Share.

L'autore di questo articolo