ARCHIVIO – “L’emozione della realtà”: alla Torre Viscontea la mostra di Ampelio Bonora

0

LECCO – Riscoprire la figura di Ampelio Bonora, artista autodidatta spesso trascurato dalla critica e fuori dai meccanismi dell’arte, pittore di paesaggio, nature morte e, soprattutto, figure e volti femminili. La Torre Viscontea di Lecco rende omaggio all’artista scomparso nel maggio del 1981, all’età di 73 anni, e lo fa attraverso una mostra a lui interamente dedicata e dal titolo L’emozione della realtà. Un percorso che dal 13 maggio (inaugurazione 12 maggio alle 18 con intervento della storica dell’arte Simona Bartolena) all’11 giugno porta nello spazio espositivo lecchese una selezione di opere a testimonianza di tutte le tematiche affrontate da un artista che dal Comune di Lecco, insieme all’Auser promotore della mostra, definiscono «un bohémien dal cuore randagio, a proprio agio tanto tra i tavoli delle osterie quanto in studio, con la tavolozza e il pennello tra le mani». Una mostra che intende ripercorrere la sua personalissima ricerca artistica, sospesa in uno spazio-tempo indefinibile, tra tradizione e Realismo Magico, Metafisica e riferimenti da Ritorno all’ordine.

bonora1Protagonista tra il 1930 e il 1940 di numerose esposizioni nel milanese e dal ’45 nel lecchese, Bonora è autore, tra gli altri, di alcuni affreschi in diverse chiese lariane, tra cui quello presente nell’abside della parrocchiale del rione lecchese di Rancio. Un pittore, ancora, che si è mosso liberamente tra temi e soggetti diversi – dal paesaggio al ritratto, dalla natura morta all’iconografia sacra – e le cui opere paiono «immerse – continuano dal Comune – nel silenzio, talmente attente al vero da sfiorare la surrealtà, e riescono a essere modernissime pur nella loro impostazione classica».

bonora«La mostra – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Lecco, Simona Piazza – vuole proporre e riscoprire la figura di un pittore poco conosciuto, ma il cui valore ha saputo invece nel corso degli anni superare i confini della città. L’esposizione di Ampelio Bonora vuole così far conoscere alla città i suoi ritratti, le figure femminili, i paesaggi dalla poetica statica e dal tratto definito».

INFORMAZIONI - L’esposizione è stata ideata e organizzata da Tonino Pierandrei e Ianco Romagnolo. Catalogo in mostra con testi di Simona Bartolena e Alfredo Chiappori. Allestimento mostra e catalogo “Ponte Quarantatre”. Dal 13 maggio all’11 giugno 2017, Torre Vicontea – Lecco. Orari: martedì-mercoledì 9.30/14, giovedì/domenica 15/18, lunedì chiuso (aperto il 2 giugno). L’ingresso è libero.

Share.

L'autore di questo articolo