ARCHIVIO – 4 sopravvissuti alle deportazioni naziste si raccontano. La proiezione di “Compagni di viaggio” chiude i “Percorsi nella memoria”

0

NIBIONNO – Una video-testimonianza per raccontare la drammatica esperienza della deportazione. Sta per volgere al termine l’edizione 2017 dei Percorsi nella memoria, la rassegna che il Consorzio promuove in occasione del Giorno della Memoria, e come degna chiusura della kermesse è in programma un evento speciale. A un anno esatto dal pomeriggio che ha visto incontrarsi per la prima volta quattro deportati nei campi nazisti – Sultana Razon, Ines Figini, Vittore Bocchetta e Venanzio Gibillini – il Consorzio promuove, infatti, la proiezione di un video girato proprio durante quell’incontro. Una proiezione fissata per venerdì 3 febbraio alle 21, all’interno della Biblioteca comunale “Nando Maggioni” di Nibionno (via Fiume 2, frazione Tabiago), e che sarà l’occasione per rivivere una giornata certamente speciale.

Compagni di viaggio2Quattro sopravvissuti, dicevamo, che il 6 febbraio del 2016 si sono incontrati,  hanno raccontato le rispettive esperienze davanti a un pubblico commosso e condiviso momenti e orrori del passato. «Deportati in campi nazisti diversi – da Flossemburg a Ravensbruck, da Auschwitz Birkenau a Dachau e Bergen-Belsen – i quattro ospiti – spiegano dal Consorzio Villa Greppi – hanno raccontato quanto vissuto in prima persona: una memoria individuale che si è fatta collettiva; un mosaico di tante piccole tessere, insieme per restituire uno spaccato della storia del Novecento».

Compagni di viaggio1«Questo video – spiega Marta Comi, presidente del Consorzio Villa Greppi – è  il risultato di un evento straordinario che abbiamo potuto organizzare a Villa Greppi nel corso dei Percorsi nella memoria 2016, un momento unico e forse irripetibile. Il Consorzio è riuscito a riunire quattro testimoni della deportazione nazista, quattro persone che, pur avendo vissuto la stessa terribile esperienza, non si conoscevano e non si erano mai incontrate. Due di loro, Vittore Bocchetta e Venanzio Gibilini, sono stati “compagni di viaggio” nel vero senso della parola, poiché trasferiti dal lager di Bolzano a quello di Flossemburg sullo stesso transport, anche se in due carri diversi. Sono testimoni – continua – che hanno scelto di raccontare per renderci consapevoli, per permetterci di ricordare e raccontare a nostra volta. La realizzazione del video è stata possibile grazie alle riprese di Fulvio Galbiati e Andrea Pirovano, a cui vanno i nostri ringraziamenti».

Share.

L'autore di questo articolo