ARCHIVIO – Helena Janeczek per la chiusura di “IterFestival”: gli ultimi appuntamenti con il festival brianzolo. Domenica la “Grande festa finale”

0

MONTICELLO BRIANZA – Helena Janeczek protagonista, con il suo La ragazza con la Leica, dell’ultima presentazione di questa edizione di iterfestival, la kermesse letteraria itinerante promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi con la collaborazione di Lo Sciame Libri di Arcore. Attesa per domenica 14 aprile alle 17 (all’interno dell’Antico Granaio di Villa Greppi, Monticello Brianza), la scrittrice sarà ospite d’eccezione della Grande festa finale in programma per domenica, quando dalle 15 il Parco di Villa Greppi sarà animato da una serie di piccoli eventi, dalle letture itineranti ai giochi. Una chiusura in festa, quindi, per la terza edizione del festival letterario brianzolo, che dopo aver ospitato, tra gli altri, autori del calibro di Paolo Rumiz (qui il nostro articolo), Alessandro Robecchi e Francesca Diotallevi si avvia, ora, alla chiusura.

Nata a Monaco di Baviera in una famiglia ebreo-polacca, Janeczek vive in Italia da oltre trent’anni e nel suo libro, Premio Strega 2018, racconta di Gerda Taro, pioniera del fotogiornalismo. È l’agosto del 1937 e una sfilata piena di bandiere rosse attraversa Parigi: si tratta del corteo funebre per Gerda, prima fotografa caduta, a poco meno di 27 anni, su un campo di battaglia. Lì, in prima fila, c’è Robert Capa, distrutto: erano stati felici insieme, lui le aveva insegnato a usare la Leica e poi erano partiti tutti e due per la Guerra di Spagna. Poi, accanto a lui, altre personalità legate a Gerda, tutti presenti per dire addio a un donna che li ha spesso delusi e feriti, ma la cui gioia di vivere e sete di libertà rimarrà nelle loro menti.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI – Non solo Janeczek, però, negli ultimi appuntamenti di iterfestival: ospite attesa per giovedì 11 aprile, infatti, Silvia Geroldi, esperta di haiku, componimento poetico nato in Giappone nel XVII secolo. Sarà lei, infatti, la protagonista di due appuntamenti fissati per giovedì: innanzitutto il laboratorio per bambini in programma per le 17, nella Sala Civica “Aldo Moro” della Biblioteca Civica di Sovico. Un evento, questo, che permetterà ai partecipanti di creare il loro libro delle stagioni su una struttura a leporello (a fisarmonica), di comporre immagini con la tecnica del collage e del disegno e di scrivere piccole poesie in forma di haiku, poesia che parla in modo delicato e profondo dello scorrere del tempo, che coglie il dettaglio e lo mette su carta seguendo semplici regole metriche (è consigliata la prenotazione al laboratorio: attivitaculturali@villagreppi.it | 331 7757345). Poi, alle 21 (nella Sala Polifunzionale del Centro Socio Ricreativo Anziani “Farina” di Briosco) la presentazione del libro di Geroldi HAIKU Poesie per quattro stagioni, più una: «una serata – anticipano gli organizzatori – che farà riflettere sulla nostra capacità di fermarci, di osservare il mondo che ci circonda e di vederne la bellezza».

LA GRANDE FESTA FINALE – Fissata per domenica 14, come anticipato, la Grande festa finale: a partire dalle 15 Villa Greppi di Monticello Brianza si farà location per  una serie di eventi, dai giochi per tutte le età (dalle 15 alle 18 “Mettiti in gioco”: giochi in legno, moderni e della tradizione popolare a cura di Giada, de Lo Sciame Giochi) alle letture itineranti fra gli alberi del Parco (dalle 15 alle 16 “Alberi parlanti”, a cura di Sara de Lo Sciame Libri e Daniele de Lo Sciame Verde), da “Piantiamo un libro, leggiamo un fiore” (alle 15 età 7/10 anni; alle 16 età 3/6 anni. Lettura animata e laboratorio di travaso di una piantina fiorita a cura di Annalisa e Sergio de Lo Sciame Fiori) all’intervento musicale a cura del Clarionet Ensemble della Scuola di Musica A. Guarnieri del Consorzio Villa Greppi, fissato per le 16. Infine, alle 17, l’incontro con Helena Janeczek, seguito da un aperitivo di chiusura.

Share.

L'autore di questo articolo