ARCHIVIO – Un tuffo nel teatro greco e latino. Al Liceo Manzoni la conferenza della Professoressa Elisabetta Matelli, docente della Cattolica

0

LECCO – Un tuffo nel teatro greco e latino, alla scoperta degli elementi peculiari e del festival teatrale che ogni anno porta a Siracusa il Teatro Antico. Si tratta della serata dal titolo Il teatro antico in scena a Siracusa e non solo, appuntamento promosso dalla Delegazione di Lecco dell’Associazione Italiana di Cultura Classica e che venerdì 20 aprile, a partire dalle 21, porterà nell’Aula Magna del Liceo Manzoni di Lecco (in via XI Febbraio 8) la professoressa Elisabetta Matelli, Docente di Retorica Classica e Storia del Teatro Greco e Latino all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Una conferenza a ingresso libero e che sarà una valida occasione, quindi, per conoscere quelle che sono le principali caratteristiche del teatro greco e latino e per approfondire come il teatro antico abbia trovato linfa vitale nella stagione teatrale in scena al Teatro Greco di Siracusa, ogni anno nel mese di maggio.

Docente, responsabile scientifica e didattica del Laboratorio di Drammaturgia Antica e del Corso di Alta Formazione Teatro Antico In Scena in Università Cattolica di Milano, insieme all’attore Christian Poggioni e ad altri professionisti teatrali la professoressa Matelli lavora per insegnare ai più giovani un metodo per tenere vivi, studiare e tradurre con fedeltà i capolavori del teatro classico, «interpretandoli in scena – spiegano gli organizzatori – senza attualizzazioni semplicistiche, ma con lo studio dei mezzi più appropriati per raggiungere, attraverso lo spettacolo, il pubblico contemporaneo, sorprendendolo ed emozionandolo».

Ideatrice e direttrice del Festival THAUMA dell’Università Cattolica e presidente dell’associazione teatrale Kerkis, Matelli è autrice di diverse pubblicazioni incentrate su vari aspetti della cultura classica, alcune delle quali dedicate alla teoria antica sulla recitazione, all’uso delle maschere teatrali in relazione ai reperti archeologici di Lipari e allo studio drammaturgico di testi teatrali, prevalentemente euripidei.

L’ingresso alla serata è libero.

Share.

L'autore di questo articolo