ARCHIVIO – Alberto Schiavone alla Libreria Volante di Lecco. In programma la presentazione del suo “Dolcissima abitudine”

0

LECCO – Dolcissima abitudine, una storia personale, minuscola, ma che si intreccia alla Storia del Novecento. È quella di Piera, sessantaquattrenne che per gran parte della sua vita è stata Rosa, una prostituta che oggi, dato l’estremo addio al suo ultimo cliente, si trova a dover fare i conti con il suo passato. A narrarne la vicenda è Alberto Schiavone, scrittore torinese oggi residente a Milano e ospite, giovedì 20 giugno 2019 alle 21, della Libreria Volante di Lecco. Dopo aver già accolto, questo mese di giugno, la coppia di filosofi Andrea Colamedici e Maura Gancitano e la scrittrice Alice Basso, la libreria di via Bovara torna a proporre un nuovo appuntamento con autore: un evento che cade in concomitanza con l’iniziativa di Confcommercio Lecco Shopping di sera e che avrà per protagonista proprio il recente romanzo firmato da Schiavone.

Al centro del racconto, come detto, c’è Piera, una donna che negli anni è riuscita a costruirsi un piccolo impero economico ma è stata costretta a rinunciare, proprio a causa del suo lavoro, al figlio: non lo conosce di persona ma per tutto questo tempo lo ha seguito passo dopo passo, senza farglielo sapere. Ora, archiviata la sua professione, per Piera sembra essere giunto il momento di guardarsi indietro.

E così ripercorriamo, pagina dopo pagina, il suo passato, «dai primi anni Cinquanta, quando nella Torino in espansione del dopoguerra Rosa – si legge nella quarta di copertina del libro – inizia il mestiere in casa con la madre, che le ha trasmesso la professione appena adolescente. Seguiamo le sue vicende e la sua caparbia evoluzione. Gli uomini incontrati, le cadute, la solitudine rotta dai pochi amici e dai clienti che l’hanno accompagnata». Una vicenda, quella raccontata, ispirata a figure e ambienti reali e che si mischia con la storia del Novecento, fino ad arrivare ai giorni nostri.

Share.

L'autore di questo articolo