ARCHIVIO – Alla libreria Parole nel Tempo di Lecco la presentazione di
“Uccidete Guido Rossa”. Ospite l’autrice Donatella Alfonso

0

LECCO – Un libro che racconta la vicenda e il coraggio di Guido Rossa, sindacalista assassinato nel gennaio del 1979 dalle Brigate Rosse. È Uccidete Guido Rossa. Vita e morte dell’uomo che si oppose alle Br e cambiò il futuro dell’Italia (Castelvecchi, 2019), volume scritto dalla giornalista Donatella Alfonso e da Massimo Razzi che verrà presentato lunedì 25 marzo alle 18, alla libreria Parole nel Tempo di Lecco. Un appuntamento, questo, che vedrà la presenza dell’autrice Alfonso e che permetterà di approfondire la storia dell’operaio e sindacalista dell’Italsider: una vicenda che ha segnato un profondo cambiamento nell’atteggiamento del movimento operaio, soprattutto genovese, nei confronti delle Brigate Rosse.

Iscritto al Pci, Guido Rossa viene assassinato la mattina del 24 gennaio 1979 mentre sta entrando in auto per recarsi al lavoro. La sua “colpa” è quella di aver denunciato un compagno di lavoro, scoperto a diffondere in fabbrica volantini di propaganda brigatista. Un coraggio non comune in quegli anni e che romperà «la zona grigia – come si legge nella presentazione del libro – tra gli operai e l’area “silenziosa” che è finora rimasta a guardare gli attacchi ai simboli dell’industria e della politica, Aldo Moro incluso». L’assassinio di Rossa, secondo l’autrice del libro, rappresenterebbe infatti una sorta di spartiacque, una presa di coscienza sulla necessità di opporsi al terrorismo.

Un libro, quello di Alfonso e Razzi, che intende riflettere anche su alcuni quesiti che a distanza di anni sono ancora irrisolti: perché, se era stato deciso soltanto un ferimento, un uomo del commando ha deciso di sparare i due colpi mortali? Qualcuno dei vertici delle Br ha dato il via libera? Come mai Lorenzo Carpi, l’autista del gruppo, non è mai stato arrestato né rintracciato? Dov’è fuggito? E, soprattutto, è stato aiutato?

Durante la presentazione del libro l’autrice dialogherà con il segretario generale della CGIL di Lecco Diego Riva.

Share.

L'autore di questo articolo