ARCHIVIO – Vergassola a “Leggermente”: tre incontri per parlare del suo primo romanzo

0

LECCO – Siamo nella periferia di La Spezia e in uno di quei bar che possiamo trovare in qualsiasi paese o quartiere di città, qui chiamato bar Pavone, curiosi personaggi si danno appuntamento, giocano a biliardo, creano un familiare e quotidiano microcosmo che, però, riflette perfettamente pregi e difetti dell’intera umanità. Rebocco, quartiere periferico della città ligure, fa da sfondo alle vicende di un gruppo di amici, cui uno di loro, defunto giornalista di musica, decide di lasciare tramite testamento i propri beni. È il punto di partenza, questo, per il primo romanzo di Dario Vergassola, il noto attore comico che ha appena pubblicato per Mondadori Electa La ballata delle acciughe. Un’occasione per il festival Leggermente per accogliere ancora una volta in città l’attore spezzino, già salito quest’inverno sul palco del Teatro della Società.

la ballata delle acciugheGli appuntamenti con Vergassola, in realtà, sono tre, tutti fissati per giovedì 19 marzo, due a Lecco, uno a Valmadrera. Il primo, rivolto alle scuole, si terrà alle 11 all’Istituto Parini; il secondo, in programma per le 16, all’interno della sala conferenze di Palazzo delle Paure; il terzo e ultimo, invece, in serata (precisamente dalle 21), all’interno del Centro Fatebenefratelli. Protagonista di tutti gli eventi, comunque, sempre l’attore comico e il suo romanzo, un libro in cui si muovono, come detto, personaggi strani, a volte buffi o addirittura ridicoli, ma anche realistici, fatti di paure, di manie, di problemi quotidiani.

Ci sono Lucio e Albe, due cassaintegrati da anni impegnati nella stessa partita a biliardo; ci sono Giulianone, che racconta di essere stato rapito dagli Ufo, e Gigi, barista detto Gigipedia per le sue conoscenze. E poi l’ipocondriaco della situazione, detto Ansia o anche Malattie Imbarazzanti, e i tre muscolosi fratelli Chiappa. Infine Gino, impiegato statale con moglie e figli che per riscattare il testamento dovrà, questo il volere messo per iscritto dall’amico scomparso, prendere per la prima volta l’aereo e raggiungere gli Usa e la mitica Wookstock. Un’avventura che è una sorta di pellegrinaggio in un luogo considerato da molti “sacro”.

Share.

L'autore di questo articolo