ARCHIVIO – “Leggermente”: Paolo di Paolo presenta in anteprima nazionale “Una storia quasi solo d’amore”

0

di a. m.

LECCO – Dopo aver partecipato a numerose edizioni del festival letterario Leggermente (qui la nostra passata intervista), Paolo Di Paolo torna a Lecco venerdì 11 marzo 2016 per presentare in anteprima nazionale il suo ultimo romanzo: Una storia quasi solo d’amore. Lo scrittore, finalmente al premio Strega 2013 con Mandami tanta vita, nel tempo si è dedicato a diversi generi, fra cui racconti per bambini (La mucca volante; Giacomo, il signor bambino; La Divina Commedia), teatro (Istruzioni per non morire in pace) e romanzi alla ricerca dei suoi maestri, con una narrazione limpida ed emozionante che lascia sempre al lettore la sensazione che Di Paolo lo conosca negli angoli più reconditi del suo paesaggio emozionale.

una storia quasi solo d'amoreQuest’anno sarà la volta di Nino e Teresa, protagonisti del libro nati nella mente dell’autore da un incontro casuale raccontato da lui stesso: al riparo dal caldo estivo in una chiesa romana – così ha più volte spiegato lo scrittore – ecco per Di Paolo una piccola visione: una ragazza, bella, con i capelli legati e una maglietta bianca entra nella stessa chiesa, vi sosta giusto qualche minuto, poi va via. Una lampo di luce, come l’ha definita: è l’ispirazione per un libro che è Una storia quasi solo d’amore. Tutto ha inizio proprio con un incontro inaspettato: è una sera di ottobre e davanti a un teatro ecco incrociarsi le vite di Nino e Teresa. Il fascino di lei è qualcosa di indefinibile, qualcosa che attrae e apre a mille e più domande: «l’uno – si legge nella presentazione del romanzo – guarda l’altra come in uno specchio, che di entrambi riflette e scompone le scelte, le ambizioni, le inquietudini».

Una storia, quindi, di un amore nato per porre domande che solo nella dimensione di un romanzo trovano il coraggio di esistere, che racconta di tutti noi, di come diventiamo vulnerabili, disposti a capire, a lasciar da parte i pregiudizi, quando nella nostra vita entra per caso, senza aver chiesto il permesso, una presenza luminosa che ci costringe a porci davanti al tribunale di noi stessi.

Ne parlerà, l’autore, in due incontri diversi, uno alle 18 presso Palazzo Falck a Lecco e l’altro previsto per le 21 a Sirone, presso la biblioteca.

Share.

L'autore di questo articolo