ARCHIVIO – A Lecco il concerto del primo maggio: finale affidato ai Vintage Violence

0
percussionisti anonimi

I Percussionisti anonimi

LECCO – Un lungo pomeriggio di musica promosso in occasione della Festa dei Lavoratori. Come ogni anno torna, infatti, il tradizionale concerto del primo maggio, che anche per questa edizione 2016 troverà spazio nella centralissima piazza Cermenati di Lecco. Un’iniziativa organizzata dalla Cgil lecchese in collaborazione con Arci, Crams e Associazione Risuono, con il patrocinio del Comune di Lecco e pensata, come sempre, per essere occasione di riflessione intorno al tema del lavoro, per dare nuova vita, come recita lo slogan dell’iniziativa, ai diritti per i lavoratori.

La Compagnia TraBallante

La Compagnia TraBallante

Sette le formazioni che a partire dalle 14.30 si susseguiranno sul palco allestito a pochi passi dal lungolago: ad aprire il pomeriggio di musica saranno le musiche e le danze Irish della Compagnia traBallante, corpo di ballo composto da dieci ballerini dalle diverse esperienze artistiche e oggi insieme per ballare e far ballare. A seguire Jazz Live, Lidia & the Bongo Baggins, Blue River e i Percussionisti anonimi, questi ultimi come sempre impegnati  nel creare musica con tamburi, timpani e, soprattutto, oggetti di uso quotidiano, come bidoni, scale, pentole o secchi.

Vintage Violence

Vintage Violence

Dopo l’esibizione degli Ibo Zon, gran finale affidato ai Vintage Violence, band nata nel lecchese nel 2001 e cresciuta notevolmente negli anni, tanto da essere arrivata a ritagliarsi un posto di tutto rispetto all’interno del panorama alternativo italiano e da aver confezionato un album, l’ultimo, che pare mettere d’accordo la critica. «Un disco da sangue al naso» (Rockit), «incisivo, dirompente, devastante» (Radiocoop), «un disco come in Italia non se ne sentivano da anni» (Oca nera rock), il cui «primo ascolto stordisce, il secondo affascina» (Rockerilla): con il loro Senza paura delle rovine i Vintage Violence si affermano come «uno dei pochi gruppi – così li hanno definiti da Audiofollia – ad aver capito veramente lo spirito punk».

L’ingresso è gratuito e durante la manifestazione sarà presente un punto ristoro.

Share.

L'autore di questo articolo