ARCHIVIO – “Brianza Classica” fa tappa a Bulciago
La “Hausmusik” risuona nella storica Villa Taverna Riccardi

0

BULCIAGO – Hausmusik, musica fatta in villa, musica fatta in casa. Un titolo scelto per evocare l’usanza settecentesca di fare musica all’interno delle residenze private. Un concerto che domenica 2 ottobre condurrà sulle note di compositori quali Joseph Weigl, Francesco Molino, Anton Diabelli e Gioachino Rossini. Dopo i primi due appuntamenti in provincia di Monza e Brianza, il festival Brianza Classica fa tappa nel lecchese, precisamente nella Villa Taverna Riccardi di Bulciago, preziosa dimora risalente al Settecento  e separata dal contesto urbano da uno splendido parco secolare. Un appuntamento in programma per le 17 e che porterà all’interno della storica residenza Il Classico Terzetto Italiano, trio composto da Ubaldo Rosso, Carlo De Martini e Francesco Biraghi e da dieci anni impegnato nell’interpretare programmi originali del primo Ottocento per flauto, violino o viola e chitarra.

terzettoHausmusik, quindi: musica da casa proprio come era usanza in terre tedesche nel corso del XVII secolo. Un’esecuzione suggestiva, più intima e raccolta: un modo di ascoltare la musica che è precursore delle grandi sale da concerto di fine Ottocento. «La scelta di tenere la prossima esibizione in questo luogo non è casuale – spiegano dal festival – Partecipare a questo appuntamento consentirà al pubblico di essere protagonista di una piena immersione nel periodo storico in cui la Villa è stata costruita, ascoltando musiche di compositori che in quell’epoca sono vissuti e hanno realizzato le loro opere più importanti».

A risuonare tra le mura della residenza brianzola saranno, quindi, l’Ouverture da «La Famille Suisse» di Joseph Weigl,  il Trio op.19 n.3 in Sol maggiore di Francesco Molino, la Cinquième Serenade Concertante op. 105 di Anton Diabelli e, per chiudere,  l’Ouverture da «La Gazza Ladra» di Giachino Rossini.

INFORMAZIONI - Il concerto è a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.brianzaclassica.it. Le prenotazioni si chiudono il giorno prima del concerto, salvo esaurimento dei posti disponibili. Agli spettatori prenotati si chiede di arrivare 15 minuti prima dell’orario di inizio concerto.

Share.

L'autore di questo articolo