ARCHIVIO – Dal Madrigale alla Musica Romantica: a San Nicolò il concerto dell’Accademia Corale di Lecco. Ospite della serata il Maestro Matteo Fedeli

0

LECCO – Un concerto che spazierà dal madrigale alla musica romantica, il tutto sotto la direzione del maestro Antonio Scaioli e con la partecipazione straordinaria del maestro Matteo Fedeli. In programma per mercoledì 6 dicembre alle 21 (in sala Don Ticozzi, a Lecco), il tradizionale Concerto di S. Nicolò ha per protagonista l’Accademia Corale di Lecco, che quest’anno festeggia il settantesimo anniversario di fondazione. Un evento promosso dalla corale stessa in collaborazione con il Comune di Lecco e con la Consulta Musicale e che, come anticipato, proporrà un percorso musicale che dal madrigale raggiungerà la musica romantica ottocentesca.

accademia coraleUn viaggio che prenderà le mosse dal XVI secolo, periodo in cui questa composizione originaria dell’Italia – e per la verità già presente in forme diverse nei due secoli precedenti – si diffonde sempre di più e si afferma come modo per interpretare brani poetici in musica. «Un gioco della società colta del tempo – come precisano gli organizzatori – che si divertiva ad analizzare un’importante poesia e a renderne i contenuti in forma polifonica, magistralmente concertata a far risaltare la tragicità della musica più che la comprensione del testo stesso». Brani, quelli particolarmente diffusi tra Rinascimento e Barocco, che hanno al centro tematiche quali l’amore, la religione, la morte. E poi, trecento anni dopo, temi simili ma figure musicali diverse: protagonista del concerto lecchese sarà, quindi, anche la musica romantica ottocentesca, dove un ruolo particolare viene riservato al pianoforte. E così ecco che sul palco della sala Ticozzi salirà il maestro Michele Santomassimo, che proprio al pianoforte accompagnerà l’esecuzione dei brani.

Infine, come anticipato, un ospite d’eccezione: nel corso della serata è previsto l’intervento musicale anche del maestro Matteo Fedeli, che accompagnato al piano da Scaioli presenterà al pubblico il violino Pietro Guarnieri del 1709. Ambasciatore della Cultura italiana negli Stati Uniti per il Ministero degli Esteri, Fedeli si impegna nel portare al grande pubblico la voce degli strumenti dei celebri liutai cremonesi Amati, Stradivari e Guarneri. Musicista stimatissimo insignito della Croce di Cavaliere dell’Ordine di Malta, della Croce di Cavaliere di merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano e di due Paul Harris Fellow, Fedeli si esibisce annualmente in un centinaio di concerti in tutta Italia e all’estero, dagli Usa agli Emirati Arabi.

Share.

L'autore di questo articolo