ARCHIVIO – Dall’Inghilterra a Lecco: nella Basilica di San Nicolò canti natalizi della tradizione europea con The King’s Singers, “superlativo sestetto vocale”

0

LECCO – Un gruppo inglese nato nel 1968 da sei neo laureati del King’s College di Cambridge e che ancora oggi, benché caratterizzato da nuovi elementi, conserva la medesima identità, confermandosi uno dei migliori ensemble a cappella. Stiamo parlando di The King’s Singers, cantori che il prossimo lunedì 2 dicembre (alle 21) saranno ospiti della città, protagonisti di un concerto che all’interno della Basilica di San Nicolò farà risuonare canti natalizi della tradizione polifonica europea.

Un appuntamento, questo, che rappresenta l’atto conclusivo della stagione musicale promossa da Harmonia Gentium, associazione che da decenni diffonde sul territorio la conoscenza del patrimonio musicale sacro e religioso. Un concerto che vede la collaborazione del Comune di Lecco, che ha scelto di inserirlo nel cartellone della stagione sinfonica 2019/2020, ma fuori abbonamento.

L’evento, parte anche dei festeggiamenti per il Santo Patrono di Lecco, porta in città, quindi, il gruppo inglese definito dal Times “il superlativo sestetto vocale”, composto da Patrick Dunachie (controtenore), Edward Button (controtenore), Julian Gregory (tenore), Christopher Bruerton (baritono), Nicolas Ashby (baritono) e Jonathan Howard (basso): una formazione che ricalca in tutto e per tutto la versione originale dei King’s Singers, sin dal primo maggio del ’68 (giorno preciso della sua fondazione) caratterizzata proprio da due controtenori, un tenore, due baritoni e un basso. Un gruppo che non ha mai perso, quindi, quel suo spirito vitale volto a trasmettere la gioia per il cantare insieme e che ha proseguito, pur con generazioni diverse, ad allietare il pubblico con il suo virtuosismo musicale.

INFORMAZIONI  – Gli organizzatori comunicano che il concerto è sold out. L’accesso in Basilica sarà consentito dalle 20.

Share.

L'autore di questo articolo