ARCHIVIO – Jazz al Libero: venerdì un quartetto d’improvvisazione con Gerry Hemingway

0

LECCO – Serata speciale al Circolo Libero Pensiero di Lecco. Ospite di venerdì 19 dicembre sarà, infatti, il quartetto d’improvvisazione jazz composto dal noto batterista americano Gerry Hemingway, dal trombettista Guy Bettini, dal clarinettista Fabio Martini e dal contrabbassista svizzero Luca Sisera. Un evento, questo, promosso dal collettivo Venerdì sera sono (al) Libero e inserito nel ricco calendario di appuntamenti con il Jazz & Free Music club.

quartettoE così, anche per questo venerdì sera, la musica sarà l’indiscussa protagonista del circolo di via Calloni 14, dove a partire dalle 21.30 prenderà il via un’esibizione jazz improvvisata. A dialogare con i rispettivi strumenti saranno, quindi, musicisti di livello, primo tra tutti uno dei batteristi jazz americani tra i più apprezzati: Gerry Hemingway, «noto – spiegano i promotori – per la sua lunga presenza nel quartetto di Anthony Braxton e per le molteplici formazioni a suo nome e le collaborazioni con musicisti e improvvisatori di primo piano, da Cecil Taylor a Leo Smith, da Ernst Reijseger a George Lewis». Accanto lui durante la serata lecchese anche Luca Sisera, «oggi il contrabbassista svizzero – proseguono dal collettivo – più richiesto in assoluto (tiene più di 100 concerti all’anno), con ben 25 CD alle spalle». Una carriera, quella di Sisera, ricca di riconoscimenti e collaborazioni con musicisti come Irene Schweizer, Russ Johnsonn, Alexander von Schlippenbach, Christof Baumann e Urs Leimgruber. E poi ancora il trombettista Guy Bettini, che si è formato «nell’ambito della scena improvvisativa berlinese e ha collaborato con musicisti come Paul Lovens, Joelle Léandre, Sonny Simmons, George Lewis e Urs Leimgruber» e il clarinettista Fabio Martini, che nel corso della sua carriera ha diviso il palco con «musicisti italiani e internazionali tra cui Peter Kowald, Alberto Braida, Don Robinson, Fabrizio Spera, Jean-Jacques Avenel, John Betsch».

Il biglietto del concerto costa 5 euro, mentre per chi volesse prendere parte a una cena conviviale insieme ai musicisti, il circolo propone un biglietto da 15 euro, comprensivo di primo, tagliere, vino, caffè ed entrata al concerto. La cena è fissata per le 20. Per info: www.facebook.com/events/800011733389883/

 

Share.

L'autore di questo articolo