ARCHIVIO – Parte da Lecco il festival “Tra Lago e Monti”:
per l’apertura Cuartet in un Piazzolla “nascosto”

0

LECCO – Un Piazzolla “nascosto” risuona nel cortile di Palazzo Belgiojoso, a Lecco, e inaugura la trentaduesima edizione del Festival di musica Tra Lago e Monti. Protagonista del concerto dal titolo Una serata a Buenos Aires – fissato per giovedì 25 luglio alle 20.30 – sarà una formazione che gli affezionati della kermesse hanno imparato a conoscere: si tratta di Cuartet, quartetto composto dallo stesso direttore artistico del festival nonché noto esponente del concertismo chitarristico Roberto Porroni, dal clarinettista Adalberto Ferrari, dalla violoncellista Marija Drincic e dal contrabbassista Marco Ricci.

Un evento speciale, quello lecchese, per una kermesse come sempre promossa da Confcommercio Lecco e Deutsche Bank e che sino al 14 settembre porterà un totale di 15 concerti in alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio lecchese e della Valsassina: in programma per giovedì, infatti, The Rough Dancer and the Cyclical Night, capolavoro “nascosto” – come lo definiscono dal festival – di Astor Piazzolla, proposto a Lecco in prima italiana e su elaborazioni dello stesso Porroni.

A eseguirlo, come detto, una formazione che è divenuta, ormai, un vero punto di riferimento per la kermesse e che è nata con l’intento principale di proporre la musica brasiliana e argentina del XX secolo in una nuova dimensione timbrica, cercando allo stesso tempo di valorizzare l’aspetto più colto della musica brasiliana e il meno noto di quella argentina. Un ensemble, Cuartet, che può contare sulla differente estrazione dei musicisti che la compongono: una varietà, questa, che ha consentito di fornire una versione originale al repertorio proposto e in grado di decretarne il successo in diversi paesi europei.

Il concerto è a ingresso libero. Di seguito il programma:

Share.

L'autore di questo articolo