ARCHIVIO – “Piano Man Tour”: il rock’n’roll di Matthew Lee a Mandello del Lario

0

MANDELLO DEL LARIO –  Un pianista e cantante innamorato del rock’n’roll e che ha fatto suoi gli insegnamenti dei grandi maestri del genere, proponendoli oggi in un modo che non vuole essere nostalgico, bensì, come afferma egli stesso, nuovo. Matthew Lee, nome d’arte di Matteo Orizi, è un pianista della scena rock’n’roll italiana che ha saputo farsi conoscere anche fuori dai confini nazionali, collezionando concerti un po’ in tutta Europa, dall’Inghilterra alla Slovenia, dalla Francia al Belgio. Un artista che venerdì 24 agosto alle 21 sarà protagonista di una serata promossa dall’amministrazione comunale di Mandello del Lario: un concerto in programma in Piazza Italia e che ha il titolo del nuovissimo album di Lee, Piano Man, lavoro che ancora una volta unisce atmosfere anni 50 e rock del XXI secolo, provando a rendere attuale un genere che ha fatto la storia.

L’ARTISTA – Dopo essersi iscritto giovanissimo – a soli 11 anni – al Conservatorio Gioachino Rossini di Pesaro, Matteo Orizi impara a suonare il piano e capisce che la musica classica non è la sia strada: appassionato di Elvis Presley, dà presto il via a  una carriera “live” che cresce rapidamente, arrivando a suonare in diversi club italiani. Nel 2009, poi, la consacrazione all’estero: si esibisce per 5 sere consecutive al “Lionel Hampton Jazz Club”, tempio storico del jazz parigino, e partecipa a due festival blues nel sud dell’Inghilterra, dove la stampa arriva a definirlo “the genius of rock’n’roll”. È del 2014, invece, il suo primo album, D’altri tempi, pubblicato con la storica etichetta milanese Carosello Records, mentre è fresco di stampa il suo secondo e già citato lavoro, al centro del concerto mandellese.

In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso il Teatro comunale “F. de André”.

Share.

L'autore di questo articolo