ARCHIVIO – “San Paol in Fest”: quattro giorni di live nei boschi di Monte Marenzo.
Tra gli ospiti Matrioska e Iron Mais

0

MONTE MARENZO – È senza dubbio uno dei festival rock più suggestivi del territorio, immerso com’è nei boschi di Monte Marenzo. Stiamo parlando di San Paol in Fest, quattro giorni di concerti in programma tra gli alberi del Parco Penne Nere da giovedì 4 a domenica 7 luglio 2019. Organizzata anche quest’anno dall’associazione Andech, la manifestazione vedrà salire sul palco numerose band, che proporranno generi diversi, dallo ska al punk, dal rock al folk, fino ad arrivare al reggae. Accanto ai concerti non mancheranno, poi, birra artigianale e buona cucina.

Iron Mais

Partenza affidata giovedì 4 all’accoppiata Matrioska e Funky Buddha. Uno dei gruppi più longevi e apprezzati del panorama ska italiano, i milanesi Matrioska si affermano negli anni conclusivi della third wave of ska (fine Novanta). La band si distingue negli anni per la sua interessante miscela di pop, rock, punk e ska e nel 2018 pubblica il suo ultimo album, Bugie. Apre la serata il groove della giovane formazione funky/hip hop Funky Buddha.

Ex Monroe

Venerdì 5 spazio, invece, alla band cowpunk Iron Mais, formazione nata dall’idea di riproporre i classici del rock in uno stile che è un mix di folk, bluegrass, country e western. Il gruppo, noto al grande pubblico per la sua partecipazione alla nona edizione di X-Factor, ha nelle esibizioni live un punto di forza con il suo inconfondibile look agricolo, il carisma bifolco, la vena hardcore e lo spirito roots degli Stati Uniti del Sud. A esibirsi prima di loro sarà la band garage punk Ex Monroe, in questi mesi, dopo anni di silenzio discografico, di nuovo sui palchi del territorio con nuovi pezzi e un nuovo album.

King Barra

Venendo a sabato 6, in programma una serata che avrà come protagonisti i ritmi giamaicani grazie alla partecipazione di King Barra and The Citizen Roots e di Jamaican Mood. Nato nel 2011, il gruppo King Barra and The Citizen Roots propone una coinvolgente miscela di melodie africane e sonorità reggae e ha come frontman il musicista senegalese King Barra. Accanto alla formazione reggae e dancehall, sul palco anche i Jamaica Mood con il loro ska e rocksteady, fatto di cover e pezzi originali. In apertura spazio al folk The Howling Orchestra.

Ultima serata del festival quella fissata per domenica 7, quando a si spazierà dal punk rock demenziale dei bergamaschi Cornolits alla pizzica e alla tammuriata targate Muriana.

INFORMAZIONI – I concerti hanno inizio alle 21.30, eccetto la serata di sabato (quando si parte alle 20). L’ingresso è libero e la cucina apre alle 19. I proventi della manifestazione saranno destinati al finanziamento del progetto Il Penne per Tutti, che consiste nella creazione, all’interno del Parco Penne Nere, di uno spazio coperto ecosostenibile e multifunzionale, fruibile da tutta la comunità.

Share.

L'autore di questo articolo