ARCHIVIO – “Suoni Mobili”:
gli appuntamenti della settimana nel lecchese. Tra gli ospiti anche Nils Berg

0

MONTICELLO BRIANZA – Dalla classica al jazz, passando per un omaggio al Quartetto Cetra e i sempre attesi Notturni in Villa Greppi. Quattro appuntamenti nel lecchese per un festival che questa settimana fa tappa nei comuni di Casatenovo, Merate, Sirtori e Monticello Brianza. Stiamo parlando, ancora una volta, di Suoni Mobili, la rassegna musicale itinerante promossa dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e da Musicamorfosi sotto la direzione artistica di Saul Beretta e che sino al 4 agosto porta la musica in parchi, ville, corti e cortili delle province di Lecco, Monza Brianza e Milano.

Quattro concerti, quindi, a partire da lunedì 15 luglio, quando dalle 21.30 il festival porterà a Casatenovo (nella Chiesina di San Mauro, fraz. Campofiorenzo) il duo svizzero-italiano Godiva Soleva. A esibirsi saranno Marco Santilli (clarinetti) e Paolo Alderighi (pianoforte), insieme nel proporre un viaggio tra il jazz e la musica classica: tredici storie che, come spiegano dal festival, raccontano dell’arte di spogliarsi del superfluo. Un concerto, ancora, che intende creare un ponte musicale tra gli emigrati nella svizzera Valle Leventina e quelli che hanno raggiunto il Rio de la Plata.

Il leggendario Quartetto Cetra sarà al centro, invece, dell’appuntamento in programma per mercoledì 17 luglio alle 21.30, nella meratese Villa dei Cedri (in caso di maltempo nel Salone Grande di Villa dei Cedri). Protagonista dell’omaggio – intitolato C’era una volta il Quartetto Cedra – The Apricot Tree, trio vocale composto da Nicoletta Tiberini (soprano), Chiara Lucchini (contralto), Andrea Di Ceglie (baritono) e al quale si aggiungerà l’accompagnamento della fisarmonica di Nadio Marenco. Un’esibizione, questa, che farà riscoprire i grandi successi di una delle formazioni di musica leggera più interessanti del panorama italiano novecentesco, accostandoli a pezzi del repertorio jazz da cui il Quartetto ha tratto ispirazione.

Ci si sposta a Sirtori, precisamente presso Villa Gagetti-Semino (in caso di pioggia Palestra del Centro Sportivo Enzo Bearzot di via Ceregallo), giovedì 18 luglio alle 21.30 per il concerto del Nils Berg Cinemascope: capitanato da Nils Berg (clarinetto basso, sax tenore e flauto) e composto da Josef Kallerdahl (basso e contrabbasso) e Konrad Agnas (batteria), il trio svedese si mette alla prova, qui, con un evento che potrà contare anche su proiezioni di immagini e su un’insolita interazione con musicisti in video. Un viaggio sonoro tra Bhutan e Giappone, Texas, India e Brianza e insieme un’occasione per vedere all’opera Nils Berg, il “Fellini del jazz svedese”, voce autorevole della scena scandinava e Composer of the Year per la Radio pubblica svedese.

Sabato 20 luglio è il turno, infine, dei Notturni in Villa Greppi: a partire dalle 19 la Villa di Monticello Brianza si trasformerà ancora una volta nello scenario di una festa continua, quest’anno intitolata Quattro Matrimoni. Un evento all’interno del quale il pubblico si troverà di fronte a scene da un matrimonio che si ripeteranno «e – spiegano dal Musicamorfosi – ciascuno potrà scegliere in quale immergersi e per quanto tempo: nel momento dello sposalizio, in quello dell’aperitivo, la discoteca, gli intrattenimenti o il concerto dove gli amici musicisti potranno suonare con il grande Nils Berg». Protagonisti della serata saranno Bloody Mary Poppins (quintetto a fiati e percussioni + danzatrici Shuko e PosainOpera Company) con l’Aperitivo continuo, gli acrobati, suonatori e cantanti del Trio Trioche con il Matrimonio continuo, il già citato Nils Berg, che suonerà con i musicisti presenti, e LRZN Dj set con la Festa continua.

INFORMAZIONI – Per conoscere tutti gli appuntamenti consultare il sito www.suonimobili.it. I concerti sono a ingresso libero ma gli organizzatori invitato a fare una donazione minima di 2 euro. Per I Notturni donazione consigliata di 5 euro. Per sfogliare il libretto del festival, con tutte le date e le descrizioni degli appuntamenti, cliccare qui.

Share.

L'autore di questo articolo