ARCHIVIO – “Tra Lago e Monti”:
è il turno dell’Orchestra di flauti Zephyrus e del duo Romano-Lombardo

0

MAGGIO/VENDROGNO – Dai brani di alcune delle più celebri opere liriche eseguiti dall’Orchestra di flauti Zephirus a un viaggio nella tradizione degli strumenti a fiato e a percussione di tutto il mondo. Sono questi gli appuntamenti in programma per domenica 10 e lunedì 11 agosto del festival Tra Lago e Monti, la rassegna musicale promossa da Confcommercio Lecco e Deutsche Bank e che sino al 14 settembre porta la musica in alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio. In programma rispettivamente a Maggio e a Vendrogno, gli appuntamenti sono entrambi fissati per le 20.30.

Da Le nozze di Figaro di Mozart alla Norma di Bellini, dal Nabucco di Verdi fino alla Bohéme di Puccini: questi i capolavori dell’opera lirica dai quali verranno tratti i brani del concerto dell’Orchestra di flauti Zephirus, previsto per domenica a Villa Carnevali di Maggio. Fondata nel gennaio 2011 dal primo flauto della Scala Marco Zoni, la formazione è composta da professori d’orchestra provenienti da alcune tra le più importanti realtà musicali del territorio nazionale e da rinomati insegnanti di Conservatori e Istituti Musicali italiani. Obiettivo della Zephirus quello di proporre e divulgare personali trascrizioni di celebri brani del repertorio cameristico, sinfonico e lirico-sinfonico.

Completamente diverso, invece, il programma del concerto di lunedì 11 a Vendrogno, dove all’interno della Chiesa della Madonnina il duo composto da Edmondo Romano e Loris Lombardo proporrà un’esibizione dal titolo Suoni delle culture. Si tratta di un viaggio nei brani tipici della tradizione di origine di ogni singolo strumento utilizzato: un itinerario musicale tra pezzi europei, mediterranei, mediorientali, orientali e africani, alla scoperta di oltre 50 strumenti provenienti da diverse parti del mondo, dal clarinetto hawaiano alle cornamuse francesi, dall’oboe e il flauto e la tabla indiani all’handpan svizzero, fino al gong cinese e al balafon africano. Protagonisti di questo lungo percorso, come anticipato, il polifiatista e compositore Edmondo Romano, autore di numerose musiche per teatro e televisione e di colonne sonore cinematografiche, e il percussionista Loris Lombardo, esperto di percussioni indiane, turche e mediorientali e autore del primo manuale al mondo per handpan/hang.

L’ingresso ai concerti è libero.

 

 

Share.

L'autore di questo articolo