ARCHIVIO – Tra rock e cantautorato: al Jolly di Olginate Maurizio Pirovano in concerto

0

LECCO – Un mix di rock e cantautorato, con testi che parlano di oggi, di un mondo fatto di individualismo ed egocentrismo, di social networks e di connessioni che, in realtà, celano solitudine. Il rocker Maurizio Pirovano torna con un nuovo album ed è protagonista del prossimo appuntamento con la musica dal vivo al Cinema Teatro Jolly di Olginate. Un evento fissato per sabato 13 maggio, quando a partire dalle 21 Pirovano presenterà in anteprima il suo ultimo disco: Il tempo perduto. Sul palco del teatro olginatese insieme al rocker italiano una band composta da Maurizio Cambianica al basso, Del Fiol Gianluca alla chitarra e Matteo Canali alla batteria, mentre al centro della serata saranno, naturalmente, i brani presenti nell’ultimo lavoro, che, come per i cinque precedenti, propone il consueto sound che unisce sonorità rock d’oltreoceano a testi influenzati dal cantautorato nazionale.

pirovano maurizio«L’evoluzione di questo nuovo disco – si legge nella presentazione dell’album – è evidente sin dalle prime battute con sonorità moderne, ma non solo, ballate fruibili ma mai banali ed esperimenti ben riusciti, quali Il vento che consuma col suo ritmo flamencato o le sonorità dance ed incalzanti di Caramelle». Il tutto arricchito, come sempre, da testi che parlano della vita, pezzi profondi, che rimangono tratto distintivo del cantautore lecchese.

«Pezzi come Lasciati andare, Stato di allucinazione apparente e la stessa title track – si legge ancora – sono l’emblema di un album che fotografa con disincanto questo preciso periodo storico, fatto d’individualismo ed egocentrismo, di autoscatti, selfie ed instagram, ma soprattutto di solitudini mascherate da rapporti umani, che diventano sempre più solo connessioni e quindi sempre meno reali. Un messaggio chiaro e forte: non si può rimpiangere il tempo perduto e non si può guardare la vita da uno schermo, perché il tempo di una vita è la sola cosa di cui siamo veramente padroni».

Un appuntamento importante, quindi, per il musicista brianzolo, che in estate avrà anche l’onore di aprire l’unica data italiana di Little Steven alias Steven Van Zandt, storico chitarrista di Bruce Springsteen in concerto il 4 luglio a Pistoia.

INFORMAZIONI - Ingresso a offerta libera per finanziare la ristrutturazione dell’oratorio. Il concerto olginatese sarà aperto da Le Folli Arie, con un set completamente acustico.

Share.

L'autore di questo articolo