ARCHIVIO – Un concerto in omaggio alle dive del cinema italiano.
“Brianza Classica” fa tappa a Lomagna

0

LOMAGNA – Un omaggio alle dive del cinema italiano, da Anna Magnani a Silvana Mangano, da Claudia Cardinale a Monica Vitti, il tutto in un evento di musica, parole e immagini. Si tratta del prossimo appuntamento con Brianza Classica, la kermesse promossa da Early Music Italia in collaborazione con la Fondazione Gioventù Musicale dItalia e che sta portando la musica classica in diversi luoghi della Brianza lecchese e monzese.

In programma per sabato 5 maggio (alle 20.30, nella Sala della Comunità di Lomagna), il concerto avrà per protagonisti la cantante Paola Fabris e il Quartetto K (Matteo Salerno al flauto traverso, Stefano Martini al violino, Egidio Collini alla chitarra, Fabio Gaddoni al contrabbasso), formazione attiva da oltre dieci anni, e sarà uno spettacolo dedicato, come detto, alle più amate dive del cinema nostrano, con l’interpretazione di brani di alcuni dei più grandi autori di colonne sonore. Da Nino Rota a Ennio Morricone, da Nicola Piovani a Piero Piccioni: un susseguirsi di pezzi passati alla storia e che hanno contribuito a rendere celebre in tutto il mondo il cinema di grandi registi italiani quali Federico Fellini, Luchino Visconti, Sergio Leone o Giuseppe Tornatore.

«La splendida voce di Paola Fabris – spiegano gli organizzatori – guiderà lo spettatore in un percorso che ci porterà dagli anni Trenta ai giorni nostri; un itinerario che, dalla spensierata epoca dei telefoni bianchi in cui muove i primi passi il grande Vittorio De Sica, ci porterà a riascoltare le note e i divertentissimi dialoghi dei film del genere “musicarello”, come Totò e la Malafemmena dove rivivremo le esilaranti gag dei fratelli Capponi e non solo. Una parte importante dello spettacolo – continuano – è dedicata alle musiche che Nino Rota scrisse per i capolavori di Federico Fellini e Luchino Visconti tra cui “Otto e Mezzo” e il “Gattopardo”».

INFORMAZIONI – Il concerto è a ingresso gratuito con prenotazione consigliata sul sito www.brianzaclassica.it.

Share.

L'autore di questo articolo