ARCHIVIO – Capire la storia del cinema: parte il focus sul nuovo cinema tedesco

0

LECCO – Un nuovo focus targato Capire la storia del cinema. Archiviato l’approfondimento sul cinema comico, che nelle ultime settimane ha posto l’accento del corso lecchese su Totò e su Jacques Tati, a partire da mercoledì 25 marzo si apre il percorso dedicato al nuovo cinema tedesco. Cinque appuntamenti in tutto durante i quali la rassegna promossa dall’associazione Dinamo Culturale condurrà i partecipanti alla scoperta della nouvelle vague tedesca, «una corrente di rinnovamento – anticipano gli organizzatori – che, a fronte di caratteri comuni (interesse antropologico, analisi dell’identità tedesca, polemica politica, autoproduzione e low budget, confronto con il cinema americano, realismo diffuso ma anche pratiche di genere), è stata patria di poetiche decisamente divergenti, ma ugualmente esaltanti».

Protagonisti del nuovo percorso saranno quattro esponenti di primo piano di questa corrente: si parte, come detto, il 25 marzo (alle 21, presso il centro polifunzionale di via dell’Eremo 28, a Lecco), quando il professor Gianni Cattaneo approfondirà l’attività di fotografo di un regista come Wim Wenders. E poi via, di mercoledì in mercoledì, con gli altri focus, rispettivamente dedicati a Werner Herzog, Edgar Reitz, Wim Wenders regista e, per finire, Rainer Werner Fassbinder.

Western World Development, California 1986. @ Wim Wenders

Western World Development, California 1986. @ Wim Wenders

L’INCONTRO DI MERCOLEDÌ 25 MARZO - Wim Wenders fotografo (vi ricordiamo la mostra allestita a Varese), come detto, per la prima data: «oltre alla sua attività registica – spiegano, infatti, dall’associazione – Wim Wenders è anche fotografo. Le sue immagini che ritraggono paesaggi desolati rimandano a temi come la memoria, tempo, perdita, nostalgia e movimento. Picture from the Surface of the Earth – proseguono – è un progetto artistico che l’autore ha portato avanti dai primi anni 80 fino alla fine del secolo. Le serie iniziali in questo lavoro erano intitolate Written in the West, scattate nel viaggio che Wenders aveva intrapreso alla scoperta dell’America dell’ovest, luogo dove poi ambienta Paris, Texas (1984). Questo è stato per lui il punto di partenza per un tour attraverso il globo, in paesi come Germania, Australia, Cuba, Israele e Giappone per immortalare scene che catturassero l’essenza del momento e dello spazio».

GLI ALTRI APPUNTAMENTI –

1° aprile: Nuovo cinema tedesco: Werner Herzog, con Ivan Moliterni

8 aprile: Nuovo cinema tedesco: Edgar Reitz, con­ Roberto Manassero

15 aprile: Nuovo cinema tedesco: Wim Wenders, con­ Giulio Sangiorgio

29 aprile: Nuovo cinema tedesco: Rainer Werner Fassbinder, con Giulio Sangiorgio

L’ingresso è libero.

 

Share.

L'autore di questo articolo