“CineMinimo” allo Spazio Teatro Invito.
A dicembre altri 4 titoli per la rassegna di Dinamo Culturale

0

LECCO – Da Safari di Ulrich Seidl a I am not your negro di Raoul Peck, da La canzone del mare di Tom Moore a Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone. Proseguono gli appuntamenti che lo Spazio Teatro Invito di Lecco dedica al cinema: dopo la prima parte della rassegna CineMinimo, che nel mese di novembre ha portato sullo schermo pellicole del calibro di A Ciambra, La vita in comune, Nico, 1988 e Brendan e il segreto di Kells, ecco altri quattro appuntamenti in calendario per dicembre, tutti selezionati e promossi dall’associazione Dinamo Culturale nell’ambio del progetto SCultura.

safari1Un cartellone di proiezioni che si conferma di alto livello e che inaugura il nuovo mese con un film presentato alla 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Fuori Concorso. Stiamo parlando di Safari del regista austriaco Ulrich Seidl, fissato per martedì 5 dicembre. Un lavoro, questo, che senza tralasciare scene cruente racconta l’uomo, il suo desiderio di dominare la natura, di cacciare per il semplice gusto di farlo. Ambientata in Africa, la pellicola punta i riflettori su un genere di vacanza in cui gruppi di tedeschi e austriaci si mettono alla prova proprio con la caccia di animali delle selvagge praterie. Antilopi, zebre, impala, gnu e giraffe da uccidere per puro divertimento, perché parte di un pacchetto vacanza emozionale.

i am not your negroVincitore del Premio del Pubblico al Miglior Documentario al Toronto International Film Festival 2016, invece, il secondo film di dicembre: si tratta di I am not your negro di Raoul Peck, in cartellone per martedì 12 dicembre. Un documentario, la pellicola, che prende ispirazione da Remember this house, manoscritto incompleto e mai pubblicato dello scrittore afroamericano James Baldwin, e che intende riflettere sul presente dell’America ripercorrendo, però, alcune delle sue pagine di storia. Attraverso la descrizione di tre personaggi iconici come Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King e delle loro tragiche scomparse, il testo di Baldwin si addentra in un racconto che non è solo personale, bensì collettivo: un racconto che è quello americano.

la canzone del mareCandidato come miglior film d’animazione agli Oscar 2015, il terzo film è particolarmente indicato per le famiglie, tanto da essere in programma per le 16.30 di sabato 16 dicembre. Stiamo parlando di La canzone del mare di Tom Moore, film d’animazione che narra la storia di Saoirse, strana bambina di 6 anni che ancora non parla e che vive in una casa sul faro insieme al papà e al fratello maggiore. Una casa, questa, che nasconde segreti e oggetti magici: quando Saoirse scoprirà due di questi oggetti prenderà il via un magnifico viaggio negli abissi marini, tra foche e personaggi fantastici.

gatta cenerentolaChiude il mese di dicembre, il 19, un altro film d’animazione, questa volta vincitore del Midnight Madness all’Haifa International Film Festival 2017 e Mouse d’Argento alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Si tratta di Gatta Cenerentola, lavoro diretto da Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, rivisitazione moderna e partenopea della celebre fiaba di Giambattista Basile. La Cenerentola di cui si narra è, qui, cresciuta all’interno della Megaride, nave ferma nel porto di Napoli da più di 15 anni. Orfana, vive ora all’ombra della temibile matrigna e delle sue perfide sei figlie. In una città, Napoli, che versa nel degrado ecco intrecciarsi relazioni losche e malaffare: in accordo con la matrigna, il trafficante di droga Salvatore Lo Giusto – detto ‘o Re – intende sfruttare l’eredità dell’ignara Cenerentola per rendere il porto di Napoli una capitale del riciclaggio.

INFORMAZIONI - Biglietto singolo 5 euro, (ridotto utenti Acel Service 4 euro); Abbonamento 4 titoli a scelta 15 euro, abbonamento bimestrale 30 euro. INFO: dinamoculturale@autistici.org.

Share.

L'autore di questo articolo