“I giovedì del Palladium”: 10 nuovi titoli per il cineforum lecchese

0

LECCO – The wife – Vivere nell’ombra di Björn Runge, Don’t worry di Gus Van Sant, Lazzaro felice di Alice Rohrwacher. E ancora Euforia di Valeria Golino, Una storia senza nome di Roberto Andò, Quasi amici di Yvan Attal. Questi alcuni dei titoli che compongono la seconda parte de I giovedì del Palladium, la rassegna cinematografica promossa dal Cineteatro Palladium di Lecco. Dieci nuovi film, quindi, per un cineforum sempre apprezzatissimo in città.

Ad aprire questa seconda parte della rassegna è, giovedì 24 gennaio, Quasi amici di Yvan Attal. Un film che racconta la storia dell’incontro e dell’inaspettato avvicinamento tra una ragazza di origine araba, proveniente dai sobborghi parigini, e il professore benestante e burbero Pierre Mazard. Sarà lui a insegnarle, anche se con fini poco chiari, l’arte della retorica: un’arma che Neïla saprà utilizzare per imporsi sia nella sua carriera che nella vita privata.

Si prosegue con Lazzaro felice di Alice Rohrwacher – film Vincitore del Prix du scénario al Festival di Cannes 2018 – il 31 gennaio. La pellicola racconta dell’amicizia tra i due giovani Lazzaro e Tancredi. In un’ambientazione agricola geograficamente imprecisata, i due, diversi tra loro, sono legati da un rapporto profondo, rimasto intatto nel tempo e nonostante le difficoltà.

La commedia L’incredibile viaggio del fachiro di Ken Scott è in cartellone, invece, per il 7 febbraio. Protagonista, qui, è l’indiano Aja, che in seguito alla morte della madre decide di partire per Parigi, sulle tracce del padre mai conosciuto prima. Il suo sogno, in realtà, è poter visitare un negozio Ikea: lì, tra i mobili dai nomi impronunciabili, incontrerà una giovane americana, evento che darà il via a una serie di peripezie che lo porteranno in giro per l’Europa intera, alla ricerca di quello che è convinto sia l’amore della sua vita.

Il 14 febbraio si passa al film drammatico Resta con me, di Baltasar Kormákur. Protagonisti sono Tami e Richard, coppia di innamorati che sogna di vivere un’avventura salpando l’oceano. Lasciano Tahiti e, dopo pochi giorni, vengono travolti da un uragano. Richard resta gravemente ferito e Tami, dispersa nell’oceano, dovrà trovare la forza di combattere per salvare la vita al suo compagno e a se stessa.

Una storia senza nome di Roberto Andò è in programma, invece, per il 21 febbraio. La pellicola racconta, nella forma di film nel film, il misterioso furto de La Natività di Caravaggio nel 1969, a Palermo. Protagonista è  Valeria, timida segretaria di un produttore cinematografico che segretamente scrive i soggetti per lo sceneggiatore Pes e alla quale viene proposto di stendere, sempre in anonimato, la sceneggiatura anche per un nuovo film, incentrato sul furto dell’opera caravaggesca. Una storia che si intreccia con gli interessi della mafia.

Si passa a The wife – Vivere nell’ombra di Björn Runge il 28 febbraio: Glenn Close veste i panni, qui, di una moglie costretta a vivere tra ambizione e compromesso. Brava nella scrittura, da tempo si nasconde dietro il successo letterario del marito. Fino a quando la notizia della vincita del Nobel sveglierà in lei il desiderio di rompere il silenzio.

Si torna alla commedia, invece, il 7 marzo, quando il cineforum ha in cartellone Tutti in piedi di Franck Dubosc. Protagonista è Jocelyn, uomo d’affari e inguaribile seduttore. Un giorno, a causa di un malinteso, Julie – vicina di casa della defunta madre – lo scambia per disabile: approfittando del fraintendimento, Jocelyn recita la parte. Un equivoco che si farà complicato quando Julie gli presenterà la sorella, realmente costretta su una sedia a rotelle a causa di un incidente.

Ultimo film di Gus Van Sant, Don’t worry è fissato per il 14 marzo ed è basato sulla biografia del vignettista satirico tetraplegico John Callahan. Uomo dallo humor sferzante e talvolta fuori luogo e con forti problemi di alcolismo, Callahan (qui Joaquin Phoenix) è vittima di un tragico incidente che lo costringe su una sedia a rotelle. Entrato, seppur contro voglia, in un gruppo di recupero per alcolisti, scoprirà presto di avere un talento: quello di saper disegnare vignette satiriche e irriverenti.

Il 21 marzo tocca, invece, a La ragazza dei tulipani di Justin Chadwick. Un film, quest’ultimo, che conduce lo spettatore nella Amsterdam del 1636: una città in fermento, dove il commercio prospera e le arti fioriscono. Sophia, orfana cresciuta dalle suore, è presa in sposa da un ricco mercante, Cornelis Sandvoort, molto più anziano di lei. Nella spasmodica attesa di un erede, i due posano di fronte al pittore Jan van Loos per un ritratto che, però, cambierà le loro vite.

A chiudere la seconda parte della rassegna è, il 28 marzo, Euforia di Valeria Golino. Giovane imprenditore di successo, spregiudicato e affascinante, Matteo; cauto, integro, discreto e legato alla cittadina di provincia in cui è cresciuto, Ettore. Sono due fratelli che la vita ha allontanato e che oggi, dinanzi alla malattia grave che colpisce Ettore, tornano vicini: Matteo tornerà infatti a frequentare il fratello e a occuparsi di lui.

INFORMAZIONI – Tutte le proiezioni hanno inizio alle 21. Le tessere abbonamento per dieci i titoli costano 30 euro. Ingresso singolo: 5 euro.

Share.

L'autore di questo articolo