ARCHIVIO – Nella Berlino Ovest anni 80 con Massimo Zamboni (ex CCCP), “Cold war” e ultimo atto per “Berlino e le due Germanie”. Prosegue “Giù dal Muro”

0

MONTICELLO BRIANZA – Il musicista e scrittore Massimo Zamboni, storico chitarrista dei CCCP e dei CSI, ripercorre colonna sonora e spirito di una Berlino Ovest che negli anni 80 è terra di punk e trasgressione. Lui, autore del libro Nessuna voce dentro. Un’estate a Berlino Ovest e dell’album Sonata a Kreuzberg, ricostruirà un’atmosfera irripetibile e lo farà attraverso il suo racconto, alcuni reading e intermezzi musicali. E poi, in una settimana particolarmente ricca, la terza e ultima lezione del ciclo dedicato alla storia di Berlino e delle due Germanie e il film Cold war di Pawel Pawlikowski.

Dopo aver già ospitato nei diversi comuni della Brianza una serie di incontri e proiezioni, prosegue la corsa di Giù dal Muro, la rassegna storico-culturale che da tre settimane il Consorzio Brianteo Villa Greppi sta dedicando ai trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino. Curata dal consulente storico del Consorzio e capo redattore de Il Flâneur Daniele Frisco, la kermesse fa tappa, questa settimana, nei comuni di Viganò, Nibionno e Monticello Brianza e, come anticipato, si prepara ad accogliere uno degli ospiti più attesi.

Tutti gli appuntamenti della settimana

Procedendo in ordine cronologico, si parte lunedì 21 ottobre alle 21 con la conferenza Berlino e le due Germanie/3: UN MONDO CHE CAMBIA. DALLA WENDE ALLA OSTALGIE, curata da Frisco. Un terzo e ultimo capitolo, quindi, dedicato alla storia tedesca e incentrato, qui, sui cambiamenti degli anni ’80, sulle manifestazioni di dissenso nell’Est, sulla caduta del muro e la successiva Germania unita, fino a soffermarsi sul fenomeno della Ostalgie.

È un’Europa divisa in due blocchi quella al centro, poi, della proiezione fissata per giovedì 24 ottobre alle 21, nel Salone dell’Oratorio S. Luigi di Cibrone di Nibionno. Quarto e penultimo film in cartellone, Cold war di Pawel Pawlikowski si è aggiudicato la Palma d’oro a Cannes 2018 per la miglior regia e racconta la storia d’amore tra un uomo e una donna che si incontrano nella Polonia del dopoguerra, ridotta in macerie. «Negli anni ’50, durante la Guerra Fredda, in Polonia, a Berlino, in Jugoslavia e a Parigi, la coppia – anticipano dal Consorzio Villa Greppi – si separerà più volte per ragioni politiche, per difetti caratteriali o solo per sfortunate coincidenze: una storia d’amore impossibile in un’epoca difficile». La serata sarà aperta da una breve introduzione storica, sempre a cura di Frisco.

Occhi puntati, infine, sull’evento in programma per venerdì 25 ottobre alle 21, nella biblioteca di Monticello Brianza. Narratore d’eccezione sarà, come anticipato, Massimo Zamboni, che attraverso una chiacchierata informale, reading e inserti musicali racconterà la sua esperienza personale in una città fatta di giovani, musica, voglia di futuro, case occupate. Al centro della serata saranno il suo libro Nessuna voce dentro e il suo disco Sonata a Kreuzberg, due produzioni che, attraverso parole e musica, ricostruiscono proprio quell’incredibile atmosfera che si viveva nella Berlino Ovest anni Ottanta, patria del punk e calamita per alcuni dei maggiori artisti e musicisti dell’epoca. È proprio lì, nei suoi locali underground, che due ragazzi di Reggio Emilia, amici in comune e stesse militanze alle spalle, si incontreranno per la prima volta e daranno vita a uno dei gruppi più amati del panorama musicale italiano: i CCCP.

INFORMAZIONI – Per conoscere tutti gli appuntamenti della rassegna Giù dal Muro cliccare qui. Gli eventi sono a ingresso libero. Al seguente collegamento è possibile sfogliare il depliant dettagliato: https://ita.calameo.com/books/0011065080f8c5ffff90d

 

Share.

L'autore di questo articolo