ARCHIVIO – “Altri Percorsi” porta a teatro la storia di un giovane rifugiato pakistano
Va in scena “Vivo in una giungla, dormo sulle spine”

0

LECCO – In anteprima nazionale  e ancora in forma di studio, Laura Sicignano porta a Lecco il suo ultimo spettacoloVivo in una giungla, dormo sulle spine. Una nuova tappa, la pièce, del progetto di Teatro Cargo sul dramma dei rifugiati: dopo spettacoli come Compleanno Afghano, andato in scena a Lecco lo scorso anno, ecco un nuovo lavoro che ancora una volta pone al centro la vicenda di un giovane rifugiato. In programma per la serata di giovedì 12 maggio (alle 21) e terzo appuntamento con la rassegna Altri Percorsi, lo spettacolo scritto dalla Sicignano in collaborazione con Shahzeb Iqbal porterà ancora una volta sul palco del Teatro della Società di Lecco la storia vera di un rifugiato minorenne pakistano e lo farà prendendo le mosse da un verso di un poema popolare proprio di questo Paese asiatico, verso che dà il titolo alla pièce. «Il testo – spiega la stessa regista – è basato sulle storie vere che un giovane rifugiato pakistano mi ha raccontato. Il protagonista lo ritrae appena arrivato in Italia, minorenne, dopo una pericolosa fuga dal suo paese. In Italia il giovane è accolto in una comunità per minori richiedenti asilo e affidato a un’avvocatessa tutrice».

Laura Sicignano

Laura Sicignano

Un viaggio, quello che l’ha condotto sino in Italia, attraverso Pakistan, Iran, Turchia e Grecia. Un viaggio, per lui come per moltissimi altri, gestito da trafficanti di uomini e che una volta giunto a termine l’ha catapultato in una realtà nuova e complessa. «La relazione tra il giovane e la sua tutrice, molto difficile all’inizio, si trasforma gradualmente – continua a spiegare la Sicignano – in profondo affetto e viene giudicata con sospetto dal direttore della comunità di accoglienza. Quanto l’affetto del ragazzo è sincero e quanto egli sta invece manipolando la tutrice?». Inserito in un ambiente nuovo e spesso ostile, il giovane si nasconderà dietro una fitta rete di bugie, faticherà a dialogare con chi, come lui, è ora solo in un paese estraneo.

INFORMAZIONI – Ingresso singolo 10 euro, ridotto 5 (fino ai 25 anni).

Share.

L'autore di questo articolo