ARCHIVIO – Ancora 4 giorni con le “Esperidi”: tutti gli spettacoli in programma

0
Mit rum

Mit rum

GALBIATE – Gli ultimi appuntamenti con Il Giardino delle Esperidi ci portano in terra galbiatese, tra la cornice di Villa Bertarelli e quella suggestiva della chiesa di San Michele al Monte Barro. E poi, per concludere, tappa ancora una volta a Campsirago e, infine, a Ello. Si avvia alla chiusura l’undicesima edizione del festival promosso e organizzato da ScarlattineTeatro: dopo più di due settimane di teatro, musica e poesia tra i borghi e i sentieri del Monte di Brianza, ecco le ultimissime date in calendario.

Una quattro giorni che da giovedì 25 a domenica 28 giugno accoglierà, tra gli altri appuntamenti, prime nazionali e regionali, sempre in bellissime località del nostro territorio. Si parte, come anticipato, il giovedì con la compagnia danese Asterions Hus, già protagonista a Olgiate con Iliade. Ad accoglierla sarà, questa volta, la chiesa di San Michele al Monte Barro, straordinario e insolito palcoscenico per Mit Rum (La mia stanza). La pièce sarà l’occasione per «entrare – anticipano dal festival – nella vita dell’artista Tilde Kundsen, nel suo lavoro e personalità, con uno spettacolo di teatro fisico, danza e parole proprio dai diari della danzatrice».

Milkwood

Milkwood

Per venerdì 26 giugno si rimane a Galbiate, questa volta, però, a Villa Bertarelli: in programma 12 parole 7 pentimenti, installazione teatrale della label svizzera Officina Orsi, per pubblico adulto. «Ad ogni appuntamento, riservato a 16 spettatori alla volta (repliche previste venerdì 26 – alle 18:00 e alle 19:30 – sabato e domenica 28 giugno alle 16:00, 17:30 e 19:00) i partecipanti – spiegano dalle Esperidi – saranno coinvolti, attraverso video e audio in cuffia in un insolito ascolto nei racconti delle vite altrui. Per condividere – continuano – ciò che la regista Rubidori Manshaft ha scoperto in due anni di “voyerismo sonoro” e 2500 ore di registrazioni di conversazioni origliate: i comunissimi mortali non parlano che di amore, morte, sesso e denaro». Sempre venerdì, ma alle 21, l’appuntamento è nuovamente a San Michele, dove la Piccola Compagnia Dammacco presenterà in anteprima Esilio, studio di uno spettacolo con drammaturgia originale su pensieri e storie di chi compie un tragicomico e surreale cammino per ritrovare un gruppo di appartenenza. La spettacolo racconta, infatti, il dramma di chi perde il lavoro e lo fa con «un’amara ironia, che commuove e fa sorridere allo stesso tempo».

Opera Nazionale Combattenti

Opera Nazionale Combattenti

Sia il 27 che il 28 giugno, sempre alle 18, i boschi di Figina divengono cornice ideale, invece, per Milkwood, spettacolo site-specific in cui le performer Eleonora Parrello e Rosa Lanzaro daranno vita a un’azione performativa in un’evocazione della fiaba Fratello e Sorella dei Fratelli Grimm, mentre sabato 27 il palco di Campsirago accoglierà la prima regionale di Opera Nazionale Combattenti, «una incosciente opera teatrale di Principio Attivo Teatro ispirata al finale incompiuto de I giganti della montagna di Pirandello. In scena – proseguono – una compagnia di anziani o variamente disadattati fuori dal tempo».

Found and Lost

Found and Lost

A seguire l’appuntamento è con la danza: in scena dalle 22, infatti, la prima nazionale di Found and Lost con VerTeDance, gruppo di riferimento della scena della danza in Repubblica Ceca, e Arie di Carta (alle 23), con Maria Carpaneto e Ivana Petito, interpreti e coreografe. A chiudere la kermesse ci penserà, domenica 28, la commedia La zona Cesarini (alle 21 a Ello, in piazza del Municipio) della compagnia il Giardino delle Ore, una storia in cui il calcio fornisce l’assist del “riscatto” di quattro personaggi logorati dalla vita.

INFORMAZIONI – I prezzi variano dai 3 ai 15 euro. Per informazioni: ScarlattineTeatro – Campsirago Residenza | tel. +39 039 9276070 | e-mail info@scarlattineteatro.it | sito www.campsiragoresidenza.it

Share.

L'autore di questo articolo