“L’Ultima Luna d’Estate”: la Brianza, quinta spettacolare

0

MONTICELLO BRIANZA – Perdersi per qualche giorno tra colline, parchi e cascine a due passi da Lecco, in una Brianza in cui si può assaporare una vita dolce, lenta, che poco ha a che fare con quella laboriosità che è spesso ingiusta sineddoche di un territorio dalle diverse sfaccettature, ricco di bellezze paesaggistiche e architettoniche. Se poi queste bellezze accolgono l’arte, allora la cosa si fa davvero poetica, occasione per riscoprire angoli più o meno conosciuti lasciandosi guidare dalle parole, dalla musica, dal cibo. Percorsi sicuramente suggestivi, soprattutto quando si fa sera e a condurre lungo i sentieri dei parchi ci pensa la luce soffusa di piccole torce.

villa greppi per anteprimaL’ultima luna d’estate (qui l’articolo di presentazione), il festival di teatro popolare di ricerca promosso da Teatro Invito e dal Consorzio Brianteo Villa Greppi e che a inizio settembre coinvolge quindici diversi comuni del Parco del Curone e di Montevecchia, è proprio questo: una riscoperta – per alcuni, forse, una scoperta – di ville, parchi, chiostri e cascine del territorio e insieme una kermesse culturale di alto livello, con spettacoli teatrali, passeggiate letterarie, degustazioni e molto altro. Diciotto anni di festival alle spalle (quella in arrivo è la diciannovesima edizione), in cui personalità del calibro di Moni Ovadia, Ascanio Celestini, Gabriele Vacis, Nanni Svampa, Licia Maglietta o Eugenio Allegri sono salite sui palchi allestiti in questo o quel parco della Brianza, nei giardini di ville e monasteri, trovando nello spazio circostante delle quinte insolite e spettacolari e creando con il pubblico un rapporto familiare, diretto.

la costaImmancabili anche per l’edizione ormai alle porte luoghi come la Cascina Bagaggera, dove il 4 settembre le parole di Cervantes si uniranno al flamenco, la Galbusera Bianca e La Costa – Galbusera Nera, quest’ultima pronta a ospitare una cena verdiana. Non mancheranno neppure le ville di delizia della Brianza: sempre presente la bella Villa Greppi di Monticello, dove ormai otto anni fa, ce ne ricordiamo bene, risuonava l’indiscussa poesia della voce e della chitarra del compianto Gianmaria Testa e che quest’anno sarà palcoscenico per il nuovo album di Marco Paolini, Numero primo. E poi Villa Gola a Olgiate Molgora, Villa Besana a Sirtori o Villa Taverna Pegazzano Riccardi a Bulciago, e ancora l’ex convento canossiane di Lesmo, il castello di Bellusco e molto, molto altro. Bellezze che paiono fare da cornice ma che qui sono protagoniste, parte anch’esse dello spettacolo.

Nei dieci giorni di festival ci addentreremo in questi luoghi, conosceremo attori e tecnici, professionisti e volontari. Vi racconteremo gli spettacoli e l’atmosfera che si respira durante la manifestazione. Vi faremo venire voglia, ne siamo sicuri, di andare a sbirciare con i vostri occhi. Seguiteci!

La redazione

ph @ Maurizio Anderlini

ARTICOLO DI PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL: A settembre torna “L’ultima luna d’estate”: tutte le anticipazioni. Tra gli ospiti Marco Paolini, Carrozzeria Orfeo e Mariangela Gualtieri

Di seguito il calendario dettagliato:

pieghevole 2016 programma.jpg

Share.

L'autore di questo articolo