ARCHIVIO – Teatro: Cederna racconta la Grande Guerra in “L’ultima estate dell’Europa”

0

LESMO – Da Marinetti a Gadda, da Ungaretti a Trilussa, da Owen a Erri De Luca: parole che scorrono su lettere dal fronte, pagine di memorie, racconti e che l’attore e scrittore Giuseppe Cederna porta sul palco di L’Ultima Luna d’Estate, il festival che dal 23 agosto al 7 di settembre propone spettacoli teatrali, musica e degustazioni in località di fascino della Brianza. Un appuntamento, quello con Cederna, in programma per domenica 24 agosto (alle 21) all’interno dell’ex convento delle canossiane di Lesmo e che per circa 80 minuti vedrà l’attore raccontare pensieri, preghiere, desideri e illusioni legati alla Grande Guerra. È L’ultima estate dell’Europa, uno spettacolo dedicato proprio al centenario della prima guerra mondiale, curato da Augusto Golin e dallo stesso Cederna e diretto da Ruggero Cara.

CEDERNA1Cento anni, dicevamo, da quell’attentato che il 28 giugno del ’14 ha dato il via alla spirale di eventi che presto ha portato i principali stati europei al fronte, l’uno contro l’altro. Da Sarajevo all’Europa e, infine, al mondo intero: un effetto domino partito da un evento trasformato in pretesto, atteso e da taluni esaltato. Eccone, quindi, le testimonianze, la voce di chi la guerra l’ha vissuta in prima persona, talvolta l’ha cercata, in seguito subita. Cederna dà un volto a queste testimonianze, racconta l’umanità e gli orrori della Grande Guerra, accompagnato sul palco dalla musica di Alberto Capelli alle chitarre e di Mauro Manzoni ai flauti e ai sassofoni.

BIGLIETTI – Spettacoli serali 13 euro; abbonamenti: Luna piena 90 euro | 3 Spettacoli a scelta 27 euro| 2 Spettacoli a scelta 20 euro. Per informazioni: www.teatroinvito.it.

 

Share.

L'autore di questo articolo