ARCHIVIO – Chris Imler, la compagnia bologninicosta e Sista Bramini tra i protagonisti del secondo weekend de “Il Giardino delle Esperidi”

0

CAMPSIRAGO – Da Sista Bramini a bologninicosta, dal musicista berlinese Chris Imler a Luigi D’Elia. Questi solo alcuni dei protagonisti del secondo weekend de Il Giardino delle Esperidi, la rassegna di teatro nel paesaggio organizzata da Campsirago Residenza e in programma fino al 7 di luglio nei comuni del Monte di Brianza (Colle Brianza, Ello, Olgiate Molgora e Galbiate). Da venerdì 28 a domenica 30 giugno, Campsirago e gli altri borghi coinvolti tornano a essere scenario di un festival che, quest’anno, spegne venticinque candeline.

Ma andiamo con ordine. Protagonista del primo spettacolo della tre giorni sarà la pioniera del teatro natura Sista Bramini con il suo Viaggio di Psiche (O Thiasos TeatroNatura), fissato per venerdì 28 alle 20 a Campsirago. Un lavoro, questo, in cui l’attrice racconta le peregrinazioni di Psiche per ricongiungersi con Amore e lo fa sempre attraverso un teatro che indaga i legami tra arte drammatica, ambiente naturale e coscienza ecologica. A seguire (21.30), sempre sul palco all’aperto di Campsirago Residenza, tocca a Digiunando davanti al mare, un intenso monologo a più voci scritto da Francesco Nicolini, con Giuseppe Semeraro e dedicato al poeta e pacifista Danilo Dolci. Chiude la serata l’atteso spettacolo di una delle più interessanti compagnie italiane emergenti, vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali. Stiamo parlando di bologninicosta, che alle 23 porterà in scena lo studio QUANDO_non c’era ancora niente ma c’era il tuo cuore, una riflessione sul tema del cambiamento che vedrà sul palco due macchinisti/performer, intenti a ricostruire i frammenti di una narrazione autobiografica attraverso la sperimentazione di differenti linguaggi.

Teatro Elettrodomestico. Foto Mario Lanini

Sabato 29 giugno si aprirà con la seconda replica dell’esperienza itinerante Alberi Maestri, che da Villa Corna di Olgiate condurrà il pubblico su un sentiero romanico nel bosco fino al borgo di Campsirago (partenza alle 17.30). A Campsiargo andranno invece in scena alle 19.30 la pièce cult di teatro e cibo Saga Salsa della compagnia Qui e Ora e alle 21 lo spettacolo di figura L’altro giorno di Teatro elettrodomestico, nato dai corti d’animazione dell’argentino Pablo Noriega. Eleonora Spezi e Matteo Salimbeni mostreranno ai presenti accadimenti fantastici in grado di ribaltare la realtà e di osservare da vicino le contraddizioni dell’esistenza. Chiuderà gli spettacoli teatrali della serata Raptus di Rossella Dassu, una riflessione sul tema del femminicidio che prende le mosse dal mito greco.

Chris Imler. Foto di Max Zerrhan

Grande attesa, infine, per il concerto dell’icona della musica berlinese underground Chris Imler (alle 23, sempre a Campsirago). Batterista, performer, cantante e grande intrattenitore, il musicista porterà alle Esperidi la musica del suo disco Maschinen und Tiere, ultima produzione del progetto solista che lo ha portato a diventare artista di culto dello zombie underground e dell’electro/punk/pop weird.

Venendo a domenica, apertura alle 11 nella yurta della frazione Bestetto di Colle Brianza con Non ho l’età, la nuova opera tout public di Riserva Canini. Uno spettacolo di figura «pervaso di dolcezza – spiegano dal festival – e un viaggio che percorre i sentieri dell’emozione dentro il mistero del Tempo. Attraverso una delicata e raffinata poesia del gesto, il tempo diventa percezione emotiva, intuizione poetica, meraviglia, commozione». In serata due appuntamenti con il grande narratore pugliese Luigi D’Elia, che alle 18 (nella Chiesa dei Santi Giacomo e Filippo di Ello) porterà in scena lo spettacolo scritto con Francesco Nicolini, dedicato a Don Milani e intitolato Cammelli a Barbiana, Don Lorenzo Milani e la sua scuola. A seguire, alle 21, ci si sposta a Cascina della Boggia, sempre a Ello, dove lo stesso D’Elia sarà la voce narrante di Preludi all’Amore, uno spettacolo-concerto che vedrà l’attore pugliese esibirsi insieme ai musicisti del gruppo Bevano Est in un incontro tra parole e musica che rappresenta – come anticipano gli organizzatori – «un affresco del tempo antico, dell’innocenza, un giro di fiabe sotto le stelle».

INFORMAZIONI E BIGLIETTI – Primo spettacolo della serata 12 euro (ridotto per under 26 e over 65 10 euro, biglietto cortesia per residenti e disabili 3 euro); ogni biglietto successivo nella stessa serata 8 euro (ridotto 5 euro e cortesia 3 euro). Abbonamento: 5 spettacoli 40 euro. Ulteriori informazioni: www.ilgiardinodelleesperidifestival.it | Prenotazioni: 039 92 76 070 e esperidi@campsiragoresidenza.it.

Share.

L'autore di questo articolo