ARCHIVIO – Giobbe Covatta in scena a Bellano con “La divina commediola”

0

BELLANO – Una personalissima versione della Divina Commedia incentrata sui diritti dei minori, vittime costrette alla dannazione eterna nell’Inferno immaginato da Giobbe Covatta. È La divina commediola, lo spettacolo di e con il noto attore e comico, prodotto da Papero s.r.l. e Mismaonda e in programma per venerdì 25 febbraio 2022 sul palco del Cineteatro di Bellano.

Un nuovo appuntamento, quindi, con la rassegna teatrale del Comune lariano, che questa volta ospita una pièce che si propone come un ipotetico reading e commento di una versione “apocrifa” della Commedia dantesca: un manoscritto che, secondo la narrazione di Covatta, sarebbe stato recentemente ritrovato in una discarica, scritto da tal Ciro Anghileri.

Da qui, da questo espediente narrativo, si apre un viaggio nell’Inferno, unica parte di quest’altra Commedia rinvenuta in versione quasi completa. Un testo “dimenticato”, come farà intendere il comico in scena, fatto di affinità con la Divina Commedia ma anche, e soprattutto, di grandi differenze. A partire dall’idioma utilizzato, più vicino alla poesia napoletana che al volgare toscano. E poi un inferno immaginato come luogo di eterna detenzione non per i peccatori, quanto per le loro vittime: i più deboli, coloro che non hanno ancora cognizione dei loro diritti e nessuna possibilità di difendersi, ossia i bambini.

Una Commedia, quindi, incentrata sui diritti dei minori, fatta di contenuti e commenti certamente divertenti, ma anche, com’è tipico degli spettacoli di Covatta, di temi seri, spesso drammatici.

INFORMAZIONI – Ingresso 15 euro. Biglietti acquistabili sul sito www.cinemabellano.it/acquista o presso l’Infopoint di Bellano.

Share.

L'autore di questo articolo

Avatar