ARCHIVIO – Giorno della Memoria: incontri, musica e spettacoli teatrali nel lecchese

0

OSNAGO - Una settimana di incontri, musica, letture e spettacoli teatrali in occasione del Giorno della Memoria. Dopo avervi parlato delle iniziative della rassegna Percorsi della Memoria 2015 (qui l’articolo con tutto il programma) e in attesa del concerto che sabato sera porterà sul palco del Teatro della Società Antonella Ruggiero, per l’occasione con un repertorio ad hoc, vi segnaliamo una serie di altri appuntamenti in programma nei comuni della provincia, anche questi realizzati in ricordo della Shoah. Cernusco Lombardone, Merate, Civate, Olgiate Molgora, Osnago e Imbersago sono infatti i comuni che dal 26 al 30 di gennaio hanno deciso di proporre attività culturali per onorare al meglio il Giorno della Memoria.

cara kittyIl primo appuntamento della settimana è lunedì 26 gennaio al Cineteatro San Luigi di Cernusco Lombardone, quando alle 21 andrà in scena lo spettacolo Cara Kitty, tratto dal diario di Anne Frank. La rappresentazione, prodotta da La danza Immobile e Teatro Binario 7 con la regia di Valentina Paiano, vedrà l’attrice Alessia Vicardi vestire i panni di Anne. «Lo spettacolo – spiegano gli autori – è nato come un monologo. La messa in scena fa emergere accanto ad Anne (Alessia Vicardi), però, un secondo protagonista, il diario stesso. L’attrice crea infatti un ponte e uno strettissimo legame con il suo diario, tanto da far diventare il monologo un dialogo». La pièce verrà replicata il 27 gennaio alle 10, sempre presso il Cineteatro.

Numerosi, invece, gli eventi che si terranno il giorno della ricorrenza ufficiale, ossia il 27 gennaio. Si parte dalla mattinata, quando a Merate nell’Auditorium Mary Ward dell’Istituto Beata Vergine Maria verranno proiettati, a partire dalle 9.30, nove filmati con la testimonianza di altrettanti sopravvissuti ai campi nazisti, al termine dei quali gli allievi del conservatorio Giuseppe Verdi di Milano proporranno una selezione di brani di musica Klezmer.

gusen 3Per quanto riguarda invece la serata, a Galbiate si terranno alcune letture accompagnate da immagini riguardanti la tragedia dell’Olocausto. L’evento, intitolato Voci della Memoria, è organizzato dalla biblioteca civica in collaborazione con il gruppo Anpi sezione di Galbiate e si terrà presso il Cine-Teatro Ferrari alle 20.45. L’esperienza della famiglia Carpi è al centro, poi, dell’evento in programma alle 21 presso la Sala Civica di Olgiate Molgora. La serata sarà l’occasione per conoscere i ricordi di una famiglia (i Carpi) coinvolta, suo malgrado, nella tragedia della deportazione e per leggere i passi del diario dal campo di concentramento di Gusen (sottocampo di Mauthausen), realizzato dal pittore e scultore Aldo Carpi durante i giorni della sua prigionia. A eseguire le letture sarà l’attrice Martina Carpi, accompagnata al pianoforte dal maestro Marco Moiana.

Per gli amanti del teatro l’appuntamento è invece a Osnago. Presso il Cine-Teatro Don Sironi si terrà alle 21 lo spettacolo di e con Stefano Bernini Rudolf Höss Comandante ad Auschwitz. La rappresentazione, basata sull’autobiografia del criminale nazista, ripercorrerà i momenti più importanti della vita di Höss, dall’infanzia fino alla carriera nel partito e alla nomina a comandante del più grande campo di sterminio nazista. «In questo spettacolo – spiega l’attore e regista Bernini – diamo vita alle parole di Rudolf Höss, cercando di interpretare i suoi pensieri e di capire le sue azioni. Nella consapevolezza che nonostante Höss sia stato uno dei massimi criminali mai esistiti, non fosse fatto di una sostanza diversa da quella di qualsiasi altro borghese di qualsiasi altro paese. La sua colpa, non scritta nel suo patrimonio genetico né nel suo esser nato tedesco, sta infatti tutta nella cieca adesione a una ideologia rivelatasi criminale e di non aver saputo resistere alla pressione che un ambiente violento aveva esercitato su di lui, già prima della salita di Hitler al potere». La rappresentazione verrà replicata il 28 gennaio, sempre alle 21.

coraleDue appuntamenti, infine, anche per venerdì 30 gennaio. A Imbersago alle 20.45, all’interno della Sala consiliare del Municipio, si terrà un incontro per ricordare i deportati del paese tra il 1943 e 1945. A raccontare le loro esperienze saranno proprio coloro che li hanno conosciuti meglio, ossia parenti e amici. Protagonista a Civate, invece, la musica: alle 21, presso la Chiesa Parrocchiale, si terrà infatti un concerto di canti ebraici realizzato dalla Corale di San Pietro al Monte, intervallato da danze e letture.

Share.

L'autore di questo articolo