ARCHIVIO – La storia di Enaiat, bambino afgano in fuga dalla guerra
Al Palladium Michele Fiocchi porta in scena il suo “Coccodrilli”

0

LECCO – Uno spettacolo che racconta la storia di Enaiat, bambino afgano in fuga dalla guerra e dai talebani in un viaggio che lo condurrà fino in Italia. Si tratta di Coccodrilli, la pièce teatrale tratta dall’omonimo romanzo di Fabio Geda, diretta e interpretata da Michele Fiocchi e che andrà in scena venerdì 16 settembre, presso il Cineteatro Palladium di Lecco. Dopo la proiezione dello scorso anno de Il sale della vita di Wim Wenders, anche quest’anno il Palladium propone un evento gratuito in occasione della Festa del Crocifisso. Un appuntamento che, ancora una volta, intende approfondire una tematica di stretta attualità come quella dei profughi, quest’anno attraverso un’altra forma artistica.

coccodrilliA partire dalle 21, quindi, l’attore e regista racconterà in un monologo la vera storia del giovane Enaiat che, orfano di padre, a causa dei pericoli della guerra e dell’opprimente regime dei talebani viene spinto alla fuga dalla madre. Michele Fiocchi condurrà i presenti in un lungo viaggio insieme al bambino, che in sette anni è stato in grado di attraversare numerosi paesi. Afghanistan, Pakistan, Iran, Turchia e Grecia, fino al definitivo arrivo in Italia: un viaggio difficile e pericoloso, quello di Enaiat, che è comunque riuscito a superare innumerevoli difficoltà, aiutato anche dalle raccomandazioni materne diventate per il bambino veri e propri principi da seguire, dal non usare droghe al non usare armi, passando per il non rubare.

Share.

L'autore di questo articolo