ARCHIVIO – “Sulle rive del tempo”: sabato in scena “Noi tre si va domani in Val d’Erve”

0

ERVE - Una giornata estiva che ha fatto la storia, tre intellettuali e una passeggiata in Val d’Erve. Questi gli ingredienti di Noi tre si va domani in Val d’Erve, lo spettacolo di musica e parole che si terrà sabato 28 giugno alle 21 a Erve, presso l’argine del torrente Gallavesa (nelle vicinanze del parcheggio di Via Roma). Il nuovo appuntamento della rassegna Sulle rive del tempo, organizzata dalla Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino e dall’associazione culturale Il Melabò, sarà quindi incentrato su una giornata di cento anni fa e su tre figure di spicco della cultura italiana. Si tratta della poetessa e scrittrice Sibilla Aleramo, del poeta milanese Clemente Rebora, che a seguito di una profonda crisi religiosa prenderà i voti, e del giovane pittore Michele Cascella. 

vol_retro.psdProtagonista, come accennato, anche una data: il 28 giugno del 1914, proprio il giorno dell’uccisione di Francesco Ferdinando a Sarajevo, scintilla scatenante di uno degli eventi più drammatici della storia dell’umanità, la prima guerra mondiale. Nello stesso giorno i tre intellettuali, ignari di tutto, si trovano in Val d’Erve e passeggiano lungo gli argini del torrente Gallavesa.

A partire da questo episodio, tratto da un articolo di giornale del 2009, gli attori Gianfranco Scotti e Laura Pozone, la chitarrista Paola Luffarelli, il pianista Roberto Fumagalli e il soprano Daniela De Francesco cercheranno di raccontare da vicino i tre personaggi e di far rivivere il clima culturale di un’epoca ormai prossima al tragico tramonto. L’obiettivo sarà puntato in maniera particolare sulla scrittrice e poetessa Sibilla Aleramo, donna dall’infanzia difficile, femminista, pacifista e dalla vita privata e pubblica estremamente movimentate.

Lo spettacolo è a ingresso gratuito e in caso di maltempo si terrà nella Sala Consiliare del Comune di Erve.

Share.

L'autore di questo articolo