ARCHIVIO – Teatro danza e Grande Guerra: a Merate va in scena “Ruedis_ruote di confine”

0

MERATE – La danza contemporanea si fa racconto storico; il linguaggio del corpo evoca gli stati d’animo di chi si sta avvicinando al primo conflitto mondiale. In occasione del centenario dello scoppio della Grande Guerra, Caffeine, la rassegna di teatro danza promossa dall’associazione Piccoli Idilli, propone un’anteprima: uno spettacolo itinerante a cura della compagnia Arearea di Udine. In attesa del consueto appuntamento autunnale con il festival, quest’anno pronto a compiere i suoi sei anni di vita, domenica 31 maggio Caffeine e il Comune di Merate ospitano, infatti, RUEDIS_ruote di confine, spettacolo fissato a partire dalle 18 presso Palazzo Prinetti, a Merate.

ruedisGià più volte ospite della rassegna, la compagnia Arearea torna quindi a Merate per portare in scena sei danzatori e tre musicisti, in un percorso emozionante che evocherà quegli stati d’animo che hanno deciso la sorti dell’Europa. Sei danzatori, dicevamo. Si tratta di Marta Bevilacqua, Luca Campanella, Roberto Cocconi, Valentina Saggin, Anna Savanelli e Luca Zampar, che attraverso il linguaggio corporeo porteranno all’estremo l’elogio del dinamismo che ha spinto il mondo intero dritto alla guerra. Accanto a loro, poi, i musicisti Leo Virgili, Gabriele Cancelli, Marko Lasic.

«La Compagnia Arearea di Udine – spiegano i promotori – è ospite da molto tempo dei nostri palcoscenici ed è stata fondata da Roberto Cocconi nel 1992, dopo le sue esperienze nella compagnia del Teatro La Fenice di Venezia con Carolyn Carlson e la fondazione, insieme ad altri coreografi, del gruppo Sosta Palmizi. Le sue creazioni – continuano – si articolano nella doppia dimensione dello spettacolo teatrale e della performance negli spazi del quotidiano. La cifra poetica – concludono – risiede nella messa in discussione delle consuete logiche di utilizzo del palcoscenico e della piazza».

INFORMAZIONI – Biglietti 5 euro. Per info e prenotazioni: 338 3668167, info@piccoliidilli.it, www.piccoliidilli.it

Share.

L'autore di questo articolo