ARCHIVIO – Teatro, musica e danza per un nuovo fine settimana targato “Esperidi”

0

COLLE BRIANZA – Si prepara a partire un ricco, nuovo fine settimana targato Il Giardino delle Esperidi. Numerosi, infatti, gli appuntamenti con il teatro, la musica, il teatro-danza che il festival organizzato da ScarlattineTeatro propone dal 18 al 21 giugno: un susseguirsi di eventi che avranno come centro pulsante, questa volta, Campsirago di Colle Brianza. Dopo lo scorso week-end a Consonno, la kermesse si sposta, quindi, tra Colle e Olgiate Molgora, tornando a proporre ancora una volta quello straordinario connubio tra teatro e ambientazioni suggestive.

Sogno di una notte di mezz'estate

Sogno di una notte di mezz’estate

Innanzitutto l’appuntamento con il Sogno di una notte di mezz’estate, l’adattamento della celebre commedia Shakespeariana frutto della collaborazione tra Teatro Invito, ScarlattineTeatro e Piccoli Idilli. Dopo la prima data, che nella serata di mercoledì 17 ha portato il “Sogno” nel parco di Villa Sommi Picenardi di Olgiate Molgora, giovedì 18 è in programma una nuova replica, sempre nella suggestiva villa brianzola e a partire dalle 19.30. Per conoscere meglio la versione proposta dalle tre compagnie lecchesi e per avere maggiori informazioni sulle prenotazioni qui trovate l’articolo.

Aldo Morto

Aldo Morto

Ma il vero fine settimana con le Esperidi è, come anticipato, a Campsirago di Colle Brianza, precisamente a Palazzo Gambassi, dove venerdì 19 a partire dalle 21 andrà in scena Aldo Morto, spettacolo in cui l’attore Daniele Timpano parte dal sequestro Moro per poi riflettere sull’impatto che questo ha avuto nell’immaginario collettivo. «In scena, assieme al suo corpo e a pochi oggetti, la volontà – anticipano dal festival – di scontrarsi con una materia spinosa e delicata senza alcuna retorica o pietismo». In programma per la stessa sera, sempre a Campsirago, altri due spettacoli, entrambi incentrati sul tema dell’attesa. Un’attesa amorosa, innanzitutto, per la performance di danza/fotografia Ne bouge Pas! Solo dedicato a Penelope, una prima assoluta fissata per le 22:45 e che avrà per protagoniste Noemi Bresciani e Desirée Sacchiero. Un’attesa dei “tempi morti”, invece, quella che caratterizzerà l’altra prima assoluta: Vides, secondo esperimento del progetto Circumnavigantes  della compagnia di teatro di figura Riserva Canini, in programma per le 23:30 (con replica il 20 giugno).

Musica e racconti si fanno protagonisti per la serata di sabato 20 giugno, che si aprirà alle 21 con il concerto jazz Tra Cielo e Terra di Musicamorfosi: un appuntamento che vedrà il trombettista Giovanni Falzone incontrare l’Africa di Arsene Duevi e i suoi cori. A seguire, poi, Racconti di una Vecchia Sirena, spettacolo di Barbara Covelli «in cui un personaggio misterioso accoglie il pubblico e racconta, proprio come se tutti fossero a casa sua, all’ora del tè».

L'Inferno e la Fanciulla

L’Inferno e la Fanciulla

Campsirago punto di riferimento anche per gli appuntamenti di domenica 21 giugno, giornata che a partire dalle 21 vedrà tornare in scena, ancora una volta nell’ambito delle Esperidi, L’inferno e la Fanciulla della Piccola Compagnia Dammacco (qui la descrizione dello spettacolo). Alle 22 sarà la volta, poi, della compagnia polacca Teatr A Part con Klepsydra, «solo performance – riprendono dal festival – che unisce la poetica del teatro del corpo, i gesti e le emozioni con elementi di danza e crea una sorta di rituale del lutto, dell’ultimo incontro, del desiderio». Chiude il secondo week-end di festival, infine, la Compagnia Stradevarie, che alle 23 porta in scena Miraggi Migranti, «spettacolo che racconta al pubblico del nord perché i migranti “non se ne stanno a casa propria” e al pubblico del sud “che partire è solo inseguire un miraggio”». 

INFORMAZIONI – I prezzi variano dai 3 ai 15 euro | Abbonamenti a 45 euro (5 spettacoli). Per informazioni: ScarlattineTeatro – Campsirago Residenza | tel. +39 039 9276070 | e-mail info@scarlattineteatro.it | sito www.campsiragoresidenza.it

Share.

L'autore di questo articolo