ARCHIVIO – Un viaggio tra poesia e vino: torna in scena il recital “Di Bacco il licor divino”

0

VARENNA – Un nuovo appuntamento con il recital teatrale dedicato al vino. Di Bacco il licor divino, mix di poesia e gusto che vede collaborare Teatro Invito e Atelier del Gusto, torna in scena, infatti, a Varenna, precisamente nei giardini della stazione ferroviaria di Fiumelatte, recentemente ottenuta in comodato dal Comune di Varenna da Rfi – Rete Ferroviaria Italiana. Un excursus poetico, quindi, che sabato 19 settembre a partire dalle 19.30 condurrà i presenti in un viaggio attraverso le civiltà del vino, dall’antica Grecia alla Persia, dalla Cina all’Europa e al Sudamerica. Promosso dall’assessorato al Turismo e dalla Pro Varenna, l’evento sarà l’occasione per «salutare in poesia la bellissima Estate 2015 – spiegano gli organizzatori – festeggiando “l’arrivo” della Stazione di Fiumelatte e “la partenza” dei lavori per il suo totale recupero».

Luca Radaelli

Luca Radaelli

Il recital, una selezione di poesie e canzoni dedicate proprio al licor divino, darà spazio, oltre alle parole, anche alla degustazione di vini. Insieme sul palco, infatti, l’attore e regista Luca Radaelli, che si cimenterà in liriche, brani letterari e canzoni di epoche differenti, e il Conservatore dei Musei Civici di Lecco, storico nonché sommelier Mauro Rossetto, che scandirà il recital con assaggi e un breve commento su significati ed evoluzione culturale del vino nella storia. Quattro in tutto i gruppi di poesia cui sarà associata la degustazione dei vini: si partirà con I classici romani e greci (Omero, Virgilio, poeti cinesi e persiani), si proseguirà con La letteratura medievale e moderna (C. Angiolieri, Redi), per arrivare agli Scrittori dell’Ottocento (C. Porta, A. Manzoni, C. Baudelaire) e, infine, ai Contemporanei (G. D’Annunzio, G. Pascoli, P. Neruda, A. Merini, E. De Filippo).

Al termine della performance ai presenti sarà offerto un aperitivo, mentre a seguire gli organizzatori propongono una cena in compagnia al costo di 15 euro. Ingresso al recital gratuito.

Share.

L'autore di questo articolo