ARCHIVIO – “L’ultima luna d’estate”: a Perego va in scena “Pesche miracolose”

0

PEREGO – La seconda guerra mondiale, un paese di provincia del nord Italia e un bambino, che osserva il mondo intorno a lui. Questi gli ingredienti dello spettacolo prodotto da Teatro Invito e che andrà in scena nella serata di domenica 6 settembre (alle 20) nel Chiostro di San Giovanni a Perego (in caso di brutto tempo nell’Antica Chiesa, via Roma). Un appuntamento, questo, che è parte della rassegna di teatro popolare di ricerca Teatro Invito e che vedrà l’autore dello spettacolo, Luca Radaelli, nei panni di attore. Pesche miracolose, ecco il titolo della pièce, racconta la vita di un paese del Nord e lo fa attraverso lo sguardo del protagonista, un bambino che guarda il mondo che lo circonda. Un mondo fatto di sfilate in divisa nera e di bombardamenti, ma anche di lotta partigiana e liberazione. Un mondo, si potrebbe dire, in cui la Storia irrompe nella quotidianità, ma anche in cui, evidenziano da Teatro Invito, la vita è ancora a stretto contatto con la natura.

pesche miracolose1«Ed è proprio dall’elemento naturale, dal lago e dalla pesca, che il protagonista del racconto – spiegano – trarrà la sua personale epifania. Le pesche miracolose: la prima a seguito di un bombardamento che uccidendo i pesci riempie finalmente la pancia alla gente affamata, la seconda fatta con la dinamite sottratta ai partigiani. Una serie di esperienze che segna il giovane protagonista, che lo farà entrare nel mondo dei grandi, in un lungo cammino in una società “che non faccia più guerre” e dove “libertà non sia solo una parola”. Un tempo che vale la pena ricordare, da adulto, e rievocare anche a chi non c’era».

Per informazioni www.teatroinvito.it

 

Share.

L'autore di questo articolo