A Galbiate torna “La Grande Arte al Cinema”
L’arte è sul grande schermo, da Van Gogh a Botticelli, da Bosch a Segantini

0

GALBIATE – C’è il curioso mondo di Bosch, un susseguirsi di dipinti strani e fantastici, di visioni non convenzionali e senza tempo. E poi il lato oscuro di Botticelli, quello forse meno noto. C’è il ritorno alla natura di Segantini, e ancora artisti universalmente noti e amati come Vincent van Gogh e altri contemporanei, come Marina Abramovic. Anche quest’anno l’arte approda sul grande schermo: cinque appuntamenti con la rassegna La grande arte al cinema, un viaggio tra opere, artisti, musei, comodamente seduti nella sala del cine-teatro Cardinal Ferrari di Galbiate. Una serie di eventi in tecnologia digitale promossa da Nexo Digital e in programma contemporaneamente nelle sale italiane che scelgono di aderire all’iniziativa, tra cui, come ormai sappiamo da tre edizioni, c’è la sala galbiatese. «Noi del gruppo cinema del Cardinal Ferrari – spiegano gli organizzatori – ci abbiamo creduto fin dall’inizio. Il dilemma non era facile: è possibile scoprire l’arte al cinema? Certo che sì, ora possiamo rispondere. Ne sono la prova le 400mila persone che nella passata stagione in Italia sono entrate in sala per conoscere la grande arte».

Innanzitutto, come anticipato, un elemento di novità: ad aprire il cartellone sarà, infatti, un appuntamento dedicato all’arte contemporanea. A essere proiettato nella serata di mercoledì 19 ottobre, alle 21, sarà Marina Abramovic –The space in between, docu-film distribuito da Nexo Digital e incentrato su un’artista vivente, che fotogramma dopo fotogramma si racconta. «Alla ricerca di nuovi stimoli creativi – anticipano da Galbiate – la Abramovic viaggia attraverso le vibranti comunità religiose del Brasile per fare esperienza dei rituali sacri e svelare il suo processo artistico. Un film autenticamente sospeso tra arte e vita, per parlare al cuore dello spettatore e al suo bisogno, consapevole o inconsapevole, di spiritualità».

botticelli-infernoSecondo appuntamento in doppia programmazione: martedì 8 e mercoledì 9 novembre, sempre alle 21, sarà la volta di Botticelli. Inferno, un film che guiderà attraverso i misteri del disegno che ha ispirato lo stesso Dan Brown. «Perché Botticelli – così dal cinema – non è solo il pittore della Primavera e della Nascita di Venere, ma ha un “lato oscuro” come autore di 90 disegni ideati per illustrare la Divina Commedia , tra cui uno che raffigura il cratere dell’inferno dantesco».

Il curioso mondo di Hieronymus Bosch è in programma, invece, per mercoledì 14 dicembre. Una proiezione che, a partire dall’acclamata mostra che nella città natale dell’artista ha riunito un elevato numero di suoi dipinti e disegni, racconta il fantastico mondo di un genio, a 500 anni dalla sua morte.

Con il nuovo anno si passa all’arte di Segantini: mercoledì 18 gennaio 2017 è fissato l’appuntamento con Segantini. Ritorno alla natura, un tour alla scoperta dei dipinti di un artista che seppe trarre ispirazione dalla natura. Un film, quello che sarà proiettato, che per presentare il pittore ottocentesco può contare sulla partecipazione di Filippo Timi, chiamato a leggere alcune lettere dello stesso Segantini.

loving-vincentLa prima parte della rassegna si chiude, infine, con la doppia programmazione fissata per martedì 14 e mercoledì 15 febbraio 2017: sul grande schermo arriva Loving Vincent, film dedicato a uno dei pittori più famosi e amati al mondo, Vincent van Gogh. Un lungometraggio interamente dipinto su tela: realizzato elaborando le immagini di tele realizzate da un team di 40 artisti, il film raccoglie migliaia di opere dipinte «nello stile – anticipano gli organizzatori – di Vincent van Gogh da pittori che hanno lavorato per mesi per arrivare a un risultato originale e di grande impatto. Creato dallo studio Breakthru productions, il film racconta, attraverso 120 quadri e 800 documenti epistolari, la vita dell’artista olandese fino alla morte misteriosa, avvenuta a soli 37 anni e archiviata come caso di suicidio».

BIGLIETTI - Intero 10 euro, ridotto a 8 euro (per gli iscritti Avis Galbiate, Associazione pensionati Galbiate, Cif Galbiate, Gruppo Alpini Monte Barro, Gruppo Cinema Galbiate, titolari dell’abbonamento al cineforum, over 65 e under 25). Per ulteriori informazioni: www.cferrari.it.

grandearte_p1_loc

Share.

L'autore di questo articolo