Al Monastero della Misericordia di Missaglia la mostra contemporanea “Natura Pacis”, riflessione tra arte, natura e pace

0

MISSAGLIA – Diciassette artisti si confrontano con altrettante installazioni contemporanee sul tema del rapporto tra natura e pace e lo fanno all’interno di un luogo che è emblema di quiete, silenzio, di pausa dalla frenesia della vita quotidiana: un monastero. Si inaugura sabato 8 (alle 17) e proseguirà sino al 30 aprile la mostra Natura Pacis, un percorso allestito presso il Monastero della Misericordia di Missaglia e organizzato dal Gruppo culturale Koinè con la collaborazione dell’assessorato alla Cultura del Comune brianzolo.

natura pacis1Una mostra, quella di Missaglia, che già nella messinscena vuole colpire per la suggestione che coglie il visitatore non appena varcata la soglia: una sensazione, come anticipato, di quiete e di silenzio che è tipica dei monasteri e che farà riflettere sulla necessità, in un mondo accelerato e nevrotico, di recuperare «condizioni dell’essere che – anticipano i promotori – dovrebbero essere naturali ma che l’uomo contemporaneo sembra aver rinnegato. È appunto – continuano – in questa cornice e su questo tema, rapporto tra natura e pace, che 17 artisti con altrettante installazioni si confronteranno. Forse alla ricerca di quel carisma francescano sul quale è stato costruito il monastero e che trova oggi estimatori trasversali a qualunque credo, uniti dall’esigenza di avere risposte meno materiche e più spirituali alle sfide contemporanee».

GLI ARTISTI – A dare il proprio contributo alla mostra saranno Enzo Biffi, Ermenegildo Brambilla, Beppe Carrino, Laura Cazzaniga, Mariangelo Cazzaniga, Andrea Cereda, Valeria Codara, Dario Cogliati, Marco Gaviraghi Calloni, Stefano Ghesini, Piero Macchini, Giacomo Nicola Manenti, Francesco Mariani, Ernesto Paulin, Antonello Sala, Antonio Scaccabarozzi, Michele Salmi.

INFORMAZIONI - La mostra è a ingresso libero e sarà aperta fino al 30 aprile, compresi i giorni di Pasqua, Pasquetta e la festività della Festa della Liberazione, con i seguenti orari: Sabato 15 – 22 – 29 aprile dalle 15 alle 19; Domenica 09 – 16 – 23 – 30 aprile dalle 10.30 alle 13 e dalle 15 alle 19; Lunedì 17 aprile dalle 10.30 alle 13 e dalle 15 alle 19; Martedì 25 aprile dalle 10.30 alle 13 e dalle 15 alle 19.  Aperture straordinarie su richiesta.

Share.

L'autore di questo articolo