Da Tino Stefanoni a Gianni Secomandi: le anticipazioni sulle mostre del 2017

0

LECCO – Ci sarà l’attesa antologica dedicata a Tino Stefanoni, artista lecchese di fama internazionale che tra maggio e settembre 2017 sarà protagonista della grande mostra allestita a Palazzo delle Paure. E poi, tra gli altri appuntamenti di rilievo in programma per il 2017, l’esposizione di opere di un altro artista nostrano come Gianni Secomandi, una figura sicuramente da riscoprire nella sua reale portata storico-artistica. O ancora la mostra del Gruppo Pittura Uno, quella di opere di Giansisto Gasparini sul tema delle donne e il percorso sul tema del Confine, dedicato alla figura di Don Milani. Questi alcuni degli appuntamenti con l’arte in programma per l’anno a venire: un calendario che il Comune di Lecco ha presentato nei giorni scorsi e che sembra dare particolare spazio a figure del territorio.

tino1Di sicuro valore sarà l’antologica su Tino Stefanoni, artista nato a Lecco nel 1937 e che finalmente è protagonista di una grande mostra lecchese. Una figura, Stefanoni, che nel corso della sua lunga carriera ha sempre guardato con particolare attenzione al mondo delle cose,  degli oggetti del quotidiano, presentati in una semplicità che talvolta appare quasi metafisica. Una sorta di campionatura di cose, la sua arte, dove semplici oggetti sono mostrati nella loro disarmante e poetica ovvietà.

secomandi9E poi la meritata riscoperta di un secondo artista legato al territorio: Gianni Secomandi, protagonista di un’altra antologica a Palazzo delle Paure, in programma a partire da ottobre 2017. Nato a Vercurago nel 1926, Secomandi si forma all’Accademia Carrara di Bergamo con Achille Funi, che lo indirizza a una pittura figurativa classica. Poi, sul finire degli anni Cinquanta, un chiaro cambio di direzione e l’avvicinamento dell’artista ad altre forme espressive: un ricerca che lo porterà a opere di clima informale e lavori fortemente sperimentali, con una crescente attenzione alla materia e al cosmo. Una mostra, quella che arriverà a Lecco, organizzata dall’Associazione Heart – Pulsazioni Culturali di Vimercate, già promotrice di mostre ed eventi dedicati all’artista scomparso nell’82.

E ancora una serie di altri appuntamenti volti a celebrare, come detto, personalità artistiche del lecchese. Nelle principali sedi museali cittadine – da Palazzo delle Paure alla Torre Viscontea, passando per Palazzo Belgiojoso – si susseguiranno, infatti, mostre d’arte e di fotografia, esposizioni di immagini sui Promessi sposi e sul Romanico Lariano, percorsi alla scoperta dell’Arte migrante a opera del noto collettivo Pittura Uno, gruppo di artisti nato in città negli anni Ottanta.

Qui il calendario con tutte le prossime mostre.

Share.

L'autore di questo articolo