ARCHIVIO – “Immagimondo”: nel cortile di Palazzo Bovara “Scorci di Palestina”

0

LECCO – Approda a Lecco Scorci di Palestina, la mostra che attraverso gli scatti del ventitreenne Mohammed Reyad racconta la vita nel campo profughi di al-Am’ari, dove lui stesso è cresciuto. Visitabile sino al 7 di novembre e allestita all’interno del cortile di Palazzo Bovara, l’esposizione è promossa dal festival Immagimondo e raccoglie scatti che mostrano quella che per il fotografo è la vera Palestina, quella che ancora oggi vive la sua quotidianità all’interno di un campo come questo, creato nel ’49 alle porte di Ramallah.

Un luogo in cui hanno trovato accoglienza migliaia di persone, costrette a lasciare le rispettive abitazioni nel corso della guerra arabo-israeliana e mai più tornate alla vita di prima. Un luogo, ancora, che «risulta sia fisicamente che socialmente – spiegano i promotori – una realtà a parte rispetto a Ramallah. Le abitazioni, che sostituirono le tende a partire dal 1957, a causa della mancanza di spazio si svilupparono in modo precario in altezza, una stanza sopra l’altra, con gravi problemi di umidità e di mancanza di luce. Attualmente, in meno di 1 chilometro quadrato vivono circa 12.000 persone».

palestinaE così eccoli i loro volti, quelli di bambini e di anziani, generazioni diverse, ugualmente costrette a vivere una condizione che per il momento non accenna a cambiare. Bambine che sorridono, visi solcati da rughe: di fotografia in fotografia gli “scorci” si fanno numerosi, compongono il puzzle, restituiscono uno spaccato della terra, della cultura palestinese.

IL FOTOGRAFO – Appassionato di fotografia in quanto strumento in grado testimoniare la quotidianità del campo, Mohammed Reyad ha studiato giornalismo e vorrebbe studiare fotogiornalismo in Europa, così da intraprendere la carriera del fotografo professionista. Dopo essersi aggiudicato il primo posto nella Palestine Photo Marathon del 2013 (e il secondo posto nella Palestine Photo Marathon l’anno seguente), è stato invitato a Copenaghen, dove ha tenuto dei workshop fotografici in diverse scuole danesi, e ha alle spalle tre mostre fotografiche allestite in Spagna e altrettante in Francia, tutte a Parigi.

INFORMAZIONI – La mostra rimarrà a Palazzo bovara sino a sabato 7 novembre. Gli orari di visita sono: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18, sabato dalle 9 alle 11.30. Per informazioni: www.immagimondo.it

Share.

L'autore di questo articolo