Lettere dal fronte, manifesti, reperti bellici, fotografie di Pessina
A Lecco due mostre sulla Grande Guerra

0

LECCO – Lettere e cartoline dal fronte, documenti, illustrazioni satiriche e materiale di propaganda che ricostruiscono la vita di una Lecco alle prese con la Grande Guerra, ma anche fotografie dei soldati nelle trincee e immagini che testimoniano la drammatica ritirata dopo Caporetto. Si tratta soltanto di alcuni dei materiali esposti nelle due mostre che si terranno a Lecco per ricordare la Prima Guerra Mondiale. Intitolato Materiali per la Memoria, il progetto, realizzato dal Comune di Lecco tramite il SIMUL, si pone come obbiettivo quello di valorizzare il cospicuo patrimonio archivistico del Museo Storico e della Fototeca.

mostr guerra 6Due, come detto, le esposizioni nelle quali si è scelto di far affluire le numerose fonti conservate. La prima, che verrà inaugurata sabato 14 novembre alle 18 presso la Torre Viscontea (fino al 28 marzo), si intitola Il patrimonio del museo storico e intende fare luce soprattutto sul fronte interno lecchese.

Le fotografie dal fronte di Giuseppe Pessina saranno al centro, invece, della seconda esposizione, in programma a Palazzo delle Paure da venerdì 20 novembre alle 18 fino al 29 maggio. Dopo la mostra di scatti dedicati all’Esposizione Universale di Milano del 1906, le sale del principale museo cittadino tornano ad accogliere, infatti, una serie di lavori firmati proprio da Pessina.

mostra guerra 4«Si tratta di due mostre – spiega l’assessore alla Cultura di Lecco Simona Piazza – che non intendono essere celebrative, ma vogliono far riflettere su un momento tragico della storia dell’umanità. Capire come si viveva al tempo di guerra a Lecco – prosegue poi Piazza – riesce a far comprendere meglio anche la situazione e i sentimenti di chi oggi fugge da altrettanto drammatiche vicende».

mostra guerra 6LE MOSTRE  Allestita alla Torre Viscontea, Il Patrimonio del museo storico si basa sul materiale contenuto negli archivi dei musei del Sistema Museale Urbano che, per quanto concerne le fonti sulla Prima Guerra Mondiale, è sicuramente uno dei più forniti in Lombardia. Il percorso «non è – spiega Mauro Rossetto – un’esposizione generale sulla guerra, ma una mostra sul fronte interno a Lecco. Il materiale esposto – che va documenti a lettere, da fotografie a manifesti e vignette satiriche, fino ad armi e reperti bellici – è pensato per ricostruire soprattutto la vita quotidiana in città durante gli anni della mobilitazione generale». Attraverso le testimonianze verranno ricostruite, quindi, vita ed esperienze delle persone coinvolte, mentre locandine e manifesti faranno riflettere sulla propaganda interna e sulle modalità di rappresentazione del nemico. Di particolare interesse sarà, inoltre, la parte dedicata alla satira, nella quale verranno esposte alcune cartoline e stampe di Luis Raemaekers, illustratore olandese famoso a livello mondiale e fortemente anti-tedesco. Non mancheranno, infine, approfondimenti sulla produzione bellica dell’industria lecchese (Fino al 28 marzo 2016. ORARI: mercoledì dalle 9 alle 13, da giovedì a domenica dalle 15.30 alle 18.30, lunedì e martedì chiuso).

mostra guerra lecco 3In programma dal 20 novembre presso il Palazzo delle Paure, Le fotografie di Giuseppe Pessina è un percorso esclusivamente fotografico e che intende ricostruire la vita dei soldati al fronte. Gli scatti del fotografo lecchese raccontano, infatti, la vita dei soldati all’interno delle trincee e ritratti nella loro quotidianità, dai momenti di relax al consumo del rancio o di vino. Immagini, queste, che non mostrano soltanto soldati, ma che raccontano anche di civili coinvolti, loro malgrado, nella ritirata seguita alla débâcle di Caporetto. «Le fotografie esposte – afferma Barbara Cattaneo – appartengono al Fondo Pessina, donato al Comune dal Gruppo ’66 e da cui sono state selezionate alcune lastre digitalizzate e stampate. Anche questa esposizione – prosegue – non vuole avere accenti celebrativi e, oltre all’elemento umano, ritrae la montagna, spettatrice placida e silenziosa di una tragedia incredibile». (Fino al 29 maggio 2016. ORARI: mercoledì dalle 9 alle 13, giovedì dalle 15.30 alle 18.30 e dalle 21 alle 23, da venerdì dalle 15.30 alle 18.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 18.30).

L’ingresso a entrambe le esposizioni è libero.

mostra guerra lecco 1

Share.

L'autore di questo articolo