ARCHIVIO – Bellano: lunedì 5 il tradizionale appuntamento con la “Pesa Vegia”

0

BELLANO – L’arrivo dei messi spagnoli con la Gondola Corriera via lago, la lettura della Benevola Ordinanza di ripristino della Pesa Vegia da parte del governatore, i salti e i canti di gioia dei bellanesi a suon di Teresa di Pom. E poi ancora la corsa con le pese, il corteo spagnolo, quello dei Re Magi e il falò di mezzanotte sul molo. Chi non ha mai assistito alla Pesa Vegia, ossia la tradizionale manifestazione che ogni anno il 5 gennaio anima le piazze e le strade di Bellano? Un evento, questo, che ricorda da quattrocento anni l’opposizione dei commercianti bellanesi all’introduzione di nuove unità di misura dei pesi da parte dei dominatori spagnoli.

pesa vegia castello erodeAppuntamento tra i più sentiti e longevi del ramo lecchese del Lago di Como, anche per quest’anno la Pesa Vegia proporrà una serie di eventi per tutta la giornata che precede l’Epifania: una rievocazione che, stando alle ultime ricerche storiche, sembra non essere poi troppo distante dagli avvenimenti del XVII secolo.

È, infatti, il 1600 quando l’introduzione di nuove unità di misura (la cosiddetta pesa nova) da parte dell’autorità spagnola genera malcontento tra i commercianti bellanesi, tanto da indurli a rivolgersi al governatore per far cancellare la nuova disposizione. Il Conte di Fuentes decide quindi di accogliere le richieste dei bellanesi e di recarsi a capo di una delegazione nel borgo lariano il 5 di gennaio. Arrivata la data stabilita, l’attesa nel paese diventa febbrile. I bellanesi aspettano notizie in riva a Lago: infreddoliti e al buio, accendono alcuni falò e attendono l’arrivo delle barche della delegazione. Alla vista della Gondola Corriera ecco tutti alzarsi di scatto e gridare la domanda fatidica: «Pesa Nova o Pesa Vegia?». Alla risposta «Pesa Vegia» i popolani e i commercianti di Bellano esultano, complice la coincidenza con la festività dell’Epifania, e presi dall’entusiasmo inscenano una rappresentazione dei Magi con un corteo improvvisato per le vie del paese. Completa la festa la decisione dei negozi, dei ristoranti e delle locande di rimanere aperti per tutta la notte.

pesa vegiaIL PROGRAMMA 2015 - Venendo all’edizione 2015, il tutto prenderà il via alle 12 con la possibilità di pranzare nei ristoranti di Bellano con un menù tipico realizzato appositamente per l’occasione. Nel pomeriggio, poi (alle 15), l’attesa apertura delle tradizionali location della manifestazione, distribuite per tutto il paese: il presepe vivente all’Eliporto, il Castello di Re Erode nell’ex Cotonificio, il borgo Medievale ricostruito al Parco delle Rimembranze e la Casa di Teresa di Pom, presso la Stazione. Alle 16.30 in Piazza San Giorgio si assisterà, quindi, alla rievocazione del duello d’armi. Per quanto riguarda la serata, nell’attesa degli eventi clou si potrà assistere nel Cinema Teatro al concerto del coro Gospel Happy Chorus. Alle 21.30 la manifestazione entrerà nel vivo con il tradizionale traino delle pese, seguito alle 22 dall’arrivo del Podestà al molo. La Gondola Corriera con i Messi spagnoli attraccherà alle 22.15, seguita dall’attesa lettura della Benevola Ordinanza, che darà il via al corteo spagnolo per le vie di Bellano. Alle 23 partirà invece un altro corteo: quello dei Re Magi, che si concluderà a mezzanotte quando verrà acceso il consueto falò sul molo, che insieme al sempre presente vin brulé scalderà i presenti.

Per chi avesse ancora voglia di festeggiare, la serata continuerà con l’After Pesa. Al Palasole, a partire dall’una, si terrà il dj set targato La Preferita.

 

Share.

L'autore di questo articolo