ARCHIVIO – Torna la “Festa delle corti”
Nei cortili e nelle piazze di Garlate, tra eventi e antichi mestieri

0

GARLATE – Le vie, le piazze, le antiche corti e i cortili del centro storico di Garlate tornano a ospitare due giorni di allestimenti gastronomici, attrazioni culturali, musica e, soprattutto, antichi mestieri. Sabato 7 e domenica 8 settembre 2019 torna la Festa delle Corti, la manifestazione giunta alla sua 28^ edizione e promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Commissione Biblioteca, le associazioni locali e i proprietari delle corti con l’intento di svelare la bellezza dei luoghi e valorizzare le tradizioni di Galbiate. 39 i punti di interesse di questa imminente edizione della Festa, che può contare anche sull’apertura di una nuova corte: il giardino interno di Villa Gnecchi, sinora mai aperta al pubblico.

Un’iniziativa che, come sottolineano gli organizzatori, ha in cartellone alcune immancabili riconferme, dai tortelli di Maria alla fattoria degli animali, dalla pigiatura dell’uva all’allevamento del baco da seta e che si chiuderà, come da tradizione, con lo spettacolo pirotecnico fissato per domenica sera alle 22.15, a chiusura della Festa. E poi, scorrendo il programma di questa edizione, l’omaggio al cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo – con la ricostruzione di 5 macchine progettate dal genio rinascimentale e i tableau vivant dei suoi quadri, a cura dell’associazione garlatese Tramm – e l’esposizione di diciotto biciclette “da lavoro” dell’associazione bergamasca Frammenti di storia, ospitate nel cortile di Villa Pozzi per raccontare, come anticipano gli organizzatori, come erano allestite la bici del lattaio, dello spazzacamino, dell’arrotino, del fornaio. Infine, come sempre, un susseguirsi di punti ristoro, di esposizioni e di musica dal vivo.

Di seguito il programma dettagliato e la piantina con il percorso completo (cliccare per ingrandire):

Share.

L'autore di questo articolo