ARCHIVIO – 50 anni dalla strage di Piazza Fontana: se ne parla a Bulciago con lo storico romano Davide Conti, ospite del Consorzio Brianteo Villa Greppi

0

BULCIAGO – Cinquant’anni fa, il 12 dicembre, diciassette persone persero la vita all’interno della Banca Nazionale dell’Agricoltura di Milano in quella che è passata alla storia come “la strage di Piazza Fontana”, evento che ha segnato l’inizio della strategia della tensione in Italia. In occasione di questa ricorrenza, il Consorzio Brianteo Villa Greppi torna a proporre un appuntamento storico. In programma per mercoledì 11 dicembre 2019, nella sala consiliare di Bulciago, la conferenza dal titolo L’Italia di Piazza Fontana, che vedrà in veste di relatore una personalità che è già stata ospite, circa un anno fa, del Consorzio. Si tratta dello storico romano Davide Conti, consulente dell’Archivio Storico del Senato della Repubblica, coautore insieme ad altri storici italiani del recentemente pubblicato Dopo le bombe. Piazza Fontana e l’uso pubblico della storia (Mimesis Edizioni).

Lo storico Davide Conti

Un approfondimento, questo, curato dal consulente storico del Consorzio Villa Greppi (e caporedattore de Il Flâneur) Daniele Frisco e che grazie alla presenza di Conti – consulente anche della Procura di Bologna e in passato collaboratore della Procura di Brescia – permetterà di analizzare una strage che, come anticipano gli organizzatori, ha esplicitamente comunicato alle nuove generazioni di studenti e operai, che avevano fatto il loro ingresso nella sfera pubblica e nella politica durante il biennio 1968-1969, il carattere dello scontro in atto e della “democrazia bloccata” italiana.

«Approfondire gli accadimenti più rilevanti, seppur in alcuni casi tragici, della Storia del nostro Paese – commenta Marta Comi, Presidente del Consorzio Villa Greppi – è un modo per aiutarci a capire meglio il presente e i fenomeni storici in generale. Un compito, questo, che il Consorzio svolge a servizio del territorio su molti fronti, con ospiti e relatori di rilievo che permettono di interrogarci sulle dinamiche sociali, politiche, economiche, giudiziarie che spesso non emergono dai resoconti giornalistici ma che possono offrire nuove chiavi di lettura anche per il presente».

Davide Conti e Daniele Frisco

«Negli ultimi anni – interviene anche Frisco – il Consorzio Villa Greppi sta sempre più estendendo la sua ricca programmazione anche alla Storia, organizzando, in occasione di importanti ricorrenze e nell’ambito del progetto Voci della Storia, incontri ed eventi finalizzati non solo a ricordare il passato, ma anche a interpretare il nostro presente. Dopo aver abbondantemente approfondito, tra ottobre e novembre, i trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, questa volta ci concentriamo su un fatto italiano di cui ricorre il cinquantenario: un evento – conclude – che ha segnato l’inizio degli Anni di Piombo e, più in generale, la storia recente del nostro Paese».

Share.

L'autore di questo articolo