ARCHIVIO – La bellezza salverà l’Italia? Giovedì se ne parla con il filosofo Zecchi

0

LECCO – La bellezza salverà l’Italia? Questa la domanda a cui si cercherà di rispondere durante l’incontro-dibattito con il filosofo Stefano Zecchi, in programma per giovedì 20 novembre alle 20.30, presso Palazzo Falck, a Lecco. L’evento, organizzato dall’associazione culturale Libertà protagonista, vedrà il filosofo affrontare una delle tematiche a lui più congeniali, ovvero quella della bellezza. Durante l’incontro si cercherà infatti di capire se l’Italia riuscirà a ripartire proprio grazie a tutto ciò che possiede di bello: dal suo patrimonio artistico alla creatività dei suoi abitanti, fino ai prodotti di quel Made in Italy che da sempre è il motore della nostra economia. Accanto a Zecchi durante il dibattito anche il preside del Liceo Leopardi di Lecco Giuseppe Meroni, che dialogherà con il professore.

«L’Italia ha un patrimonio artistico immenso – spiega Paola Panzeri, presidente di Libertà protagonista – e la creatività del nostro Paese viene riconosciuta e apprezzata universalmente. A partire quindi da queste considerazioni e parafrasando Dostoevskji vogliamo capire se “La bellezza salverà l’Italia?”».

rose biancheUn’occasione, l’incontro di giovedì, anche per conoscere l’ultimo romanzo del professor Zecchi: Rose bianche a Fiume, edito da Mondadori e uscito giusto poche settimane fa.

L’OSPITE – Docente di Estetica all’Università Statale di Milano e scrittore, Stefano Zecchi è diventato professore ordinario nel 1979, ottenendo la cattedra di Filosofia teoretica presso l’Università degli Studi di Padova, mentre dal 1984 è professore ordinario di Estetica presso l’Università degli Studi di Milano. Numerosi, poi, gli incarichi amministrativi affidati al professore nel corso degli anni: una lunga carriera che l’ha visto ricoprire, tra gli altri, i ruoli di presidente del corso di laurea in Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, consigliere d’amministrazione del Piccolo Teatro e del Teatro Parenti di Milano, presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, rappresentante del Ministero della Pubblica Istruzione presso l’UNESCO per la tutele dei Beni immateriali e assessore alla Cultura del Comune di Milano. Autore di numerosi saggi, dagli anni ’90 ha pubblicato diversi romanzi, ultimo dei quali è Rose bianche a Fiume (2014). Infine, è noto al grande pubblico per i suoi numerosi interventi, nel corso degli anni Novanta, al Maurizio Costanzo Show.

Share.

L'autore di questo articolo